Dieta: dimagrire, tagliando i carboidrati 2 volte la settimana

Per una dieta dimagrante di successo, che non preveda rinunce impossibili, meglio tagliare, due giorni la settimana, il consumo di carboidrati

da , il

    Dimagrire, diminuendo i carboidrati

    Il segreto del successo, quando l’obiettivo è tenere sotto controllo l’ago della bilancia? Per dimagrire davvero, evitando l’effetto yo-yo, non servono regimi alimentari fatti di privazioni, poverissimi di calorie e di gusto, basterebbe, secondo i risultati di una recente sperimentazione, tagliare i carboidrati. In particolare, il consiglio è di eliminare dal menu, per due giorni la settimana, i carboidrati.

    No a tagli drastici o a rinunce assolute, sì alle scelte oculate e ai regimi alimentari controllati, che escludano, per due volte la settimana da tavola i carboidrati. Ecco la ricetta salva linea, secondo i risultati del lavoro di alcuni ricercatori dell’University Hospital di South Manchester. Durante lo studio inglese è emersa un’evidenza davvero interessante, che potrebbe risolvere l’eterna lotta con calorie e chili di troppo di migliaia di persone. Le donne che scelgono di seguire un regime alimentare particolare, fatto di frutta, verdura e carne magra per due giorni la settimana, non seguendo altre restrizioni particolare durante gli altri pasti, riescono a centrare meglio delle altre, costantemente a dieta ferrea, l’obbiettivo dimagrimento.

    Rinunciare per due giorni la settimana ai carboidrati significa, secondo lo studio britannico, ottenere un risultato, in termini di dimagrimento, doppio rispetto a quelli garantiti da una dieta costante e restrittiva. La sperimentazione ha coinvolto 115 donne, sottoposte a tre diete differenti: il primo gruppo poteva consumare, per due giorni la settimana, solo 650 calorie, con il divieto di consumare pane, pasta & co; il secondo gruppo aveva due giorni di dieta senza carboidrati, ma nessun limite di calorie; il terzo gruppo seguiva una tradizionale dieta dimagrante, con un apporto quotidiano massimo di 1500 calorie. Trascorsi tre mesi, sono state le donne dei primi due gruppi a raggiungere la perdita di peso più importante, 4 chili rispetto ai 2 di quelle del terzo gruppo.