Diagnosi precoce: nuovo test individua la patologia del motoneurone

Un gruppo di studiosi australiani, ha scoperto un nuovo test diagnostico per prevedere, circa 8 mesi prima, l’insorgenza della malattia del motoneurone

da , il

    diagnosi precoce motoneurone

    Un nuovo test diagnostico, effettuato dagli studiosi australiani, individua precocemente la patologia del motoneurone. Si può avere una diagnosi della malattia precisa e veloce, addirittura, circa 8 mesi prima dell’insorgenza. Grazie a questa scoperta potrà essere creata e messa a punto una terapia in grado di prevenire lo sviluppo della patologia, data la gravità di quest’ultima.

    La scoperta di questo test diagnostico, si deve agli studiosi australiani del Neuroscience Research Australia di Randwick. Uno dei primi sintomi che la patologia del motoneurone provoca, è un aumento dell’attività elettrica. Quest’ultima si potrebbe rilevare grazie al nuovo test, diagnosticando precocemente l’insorgenza della patologia. La captazione dell’energia cerebrale riuscirà ad aiutare, sia da un punto di vista farmacologico sia sullo stile di vita, i pazienti affetti dalla malattia del motoneurone.

    Quest’ultima consiste nella degenerazione dei neuroni adibiti al movimento, chiamati, appunto motoneuroni. Il danneggiamento di questi, provoca riduzione della massa muscolare o ipotrofia muscolare. Le malattie del motoneurone rappresentano un gruppo di patologie, tra cui la sclerosi laterale amiotrofica (SLA). I sintomi che si manifestano in questi pazienti, sono, soprattutto, debolezza degli arti, difficoltà a deglutire e ad articolare le parole.