Diabete: un farmaco antipertensivo efficace nella prevenzione della malattia

Diabete: un farmaco antipertensivo efficace nella prevenzione della malattia

Lo studio scientifico che dimostrerebbe come un farmaco utilizzato per combattere la pressione alta, il Valsartan, per la precisione, svolga un ruolo protettivo in quei pazienti affetti da disturbi cardiovascolari nei confronti del diabete tipo II, è iniziato quasi dieci anni fa ed è stato presentato ieri all’American College of Cardiology di Atlanta e pubblicati sul New England Journal Of Medicine

da in Diabete Tipo-I, Farmaci, Ipertensione, Malattie, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    valsartan

    Può un farmaco utilizzato per curare l’ipertensione arteriosa guarire dal diabete tipo II? Sicuramente no, ma per lo meno può contrastare in qualche modo la grave malattia cronica in soggetti affetti da patologie cardiovascolari, almeno secondo un recente studio inglese.

    Lo studio scientifico che dimostrerebbe come un farmaco utilizzato per combattere la pressione alta, il Valsartan, per la precisione, svolga un ruolo protettivo in quei pazienti affetti da disturbi cardiovascolari nei confronti del diabete tipo II, è iniziato quasi dieci anni fa ed è stato presentato ieri all’American College of Cardiology di Atlanta e pubblicati sul New England Journal Of Medicine.

    Secondo lo studio l’associazione del Valsartan insieme ad un antidiabetico orale in Italia tuttavia non commercializzato, stiamo parlando del nateglinide, riduce l’insorgenza del diabete di tipo II soprattutto in quei soggetti predisposti, ipertesi e obesi in particolare.

    Da numerosi studi sappiamo che questi pazienti con ridotta tolleranza al glucosio presentano un rischio maggiore di sviluppare il diabete di tipo 2 e patologie cardiovascolari” ha dichiarato Robert Califf, Ricerca Clinica alla Scuola di Medicina della Duke University e Direttore dell’Istituto di Medicina Translazionale. NAVIGATOR e’ il primo studio internazionale ad avere evidenziato che valsartan e’ l’unico antipertensivo, che ha dimostrato di prevenire significativamente l’insorgenza di nuovi casi di diabete in pazienti con ridotta tolleranza al glucosio.

    Il risultato del lungo lavoro scientifico ha dimostrato che tale associazione farmacologica in chi aveva assunto i farmaci per non meno di cinque anni di fila, ha significato una riduzione del 14% relativo al rischio di sviluppare nuovi episodi di diabete rispetto ai pazienti del gruppo che non ha assunto valsartan.

    Valsartan e’ attualmente indicato per il trattamento di ipertensione, scompenso cardiaco e riduzione della mortalita’ cardiovascolare in pazienti che hanno subi’to un infarto. “Lo Studio NAVIGATOR dimostra che valsartan, se aggiunto ad un programma di modifica nello stile di vita, puo’ rallentare la progressione del diabete nelle persone con alto rischio cardiovascolare e che hanno una ridotta tolleranza al glucosio” ha dichiarato il Dott. Rury Holman, Professore di Medicina diabetica al Centro Oxford per il Diabete Endocrinologia e Metabolismo, Universita’ di Oxford. -

    412

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Diabete Tipo-IFarmaciIpertensioneMalattieRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI