A Roma controlli gratis per il diabete in piazza

A Roma controlli gratis per il diabete in piazza

La campagna Buon compenso del diabete fa tappa a Roma, il 20 e il 21 ottobre: i medici diabetologi scendono in piazza per fornire consulenze e test gratuitamente a tutti i cittadini

da in Diabete, Glicemia, Malattie, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    La campagna buon compenso del diabete è a Roma

    Il 20 e il 21 ottobre, nelle capitale, si scende in piazza per il diabete o, meglio, gli esperti trasformeranno piazza Navona, il 20 ottobre, e piazza Giovanni XXIII, il giorno successivo, in una sorta di ambulatorio a cielo aperto, nel quale tutti i cittadini potranno sottoporsi gratuitamente all’analisi della glicemia e al controllo dell’emoglobina glicata.

    Torna proprio a Roma la campagna di prevenzione, sensibilizzazione e informazione “Buon Compenso del Diabete – Informati. Alleato. Protetti”, che tende a diffondere la giusta consapevolezza e conoscenza su questa grave patologia cronica, che deve essere gestita, controllata e monitorata nel miglior modo possibile, per prevenirne pericolose complicanze.

    Scenderanno in piazza i volontari, ma, soprattutto i medici diabetologi, per dare, in prima persona i consigli giusti e le informazioni corrette sul diabete: gli esperti dell’Amd, Associazione Medici Diabetologi, e della Sid, Società Italiana di Diabetologia, saranno insieme agli infermieri di Osdi, Operatori Sanitari di Diabetologia Italiani, per fornire a tutti gli interessati i due test gratuitamente.

    Un’iniziativa davvero importante, per porre l’accento di su una malattia che, nelle sue due possibili forme, il diabete di tipo 1 o giovanile e quello di tipo 2, colpisce ogni anno, migliaia di italiani. Medici in piazza, controlli gratuiti, ma non solo: per agevolare e stimolare la partecipazione, per chi utilizza i mezzi del trasporto pubblico romano, per recarsi presso le piazze che ospitano la campagna, è prevista la restituzione del biglietto e, di conseguenza il trasposto a costo zero.

    “Sensibilizzare i cittadini romani in maniera incisiva assume una duplice valenza sociale e preventiva che richiede un impegno basato sulla comunicazione consapevole che oggi siamo riusciti a veicolare su questo sacro colle della romanità”, ha sottolineato Adolfo Panfili, delegato del sindaco per le Asl e per i rapporti con gli enti istituzionali sanitari.

    372

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DiabeteGlicemiaMalattieSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI