Dermatite seborroica: nuova cura, nuovo farmaco

Dermatite seborroica: nuova cura, nuovo farmaco

Novità interessanti per la cura della dermatite seborroica del recente congresso romano dell’Isplad: un nuovo composto per curare la malattia e sostituire i vecchi rimedi a base di cortisone

da in Cortisone, Dermatite, Farmaci, Malattie, News Salute, Dermatite-Seborroica
Ultimo aggiornamento:

    La dermatite seborroica, una nuova cura

    Nuova cura efficace per combattere la dermatite seborroica, non più “a colpi” di cortisone, come avveniva fino a oggi, ma grazie a un composto innovativo, più sicuro e privo di effetti collaterali. Questa e molte altre novità interessanti nel panorama dermatologico sono stati al centro del dibattito tra gli esperti di dermatologia dell’Isplad, in occasione del recente Meeting Internazionale “High Technology in Dermatology” di Roma.

    Fino a oggi, l’unica opzione terapeutica valida per contrastare il processo infiammatorio caratteristico della dermatite seborroica prevedeva l’impiego di preparati a base di cortisone, con tutti i possibili effetti collaterali, come l’assuefazione e, conseguentemente, la necessità di aumentare il dosaggio per mantenerne l’efficacia.

    Durante il congresso romano dell’Isplad sono stati presentati alcuni risultati davvero interessanti: in alcuni studi clinici è stato impiegato, per la cura della dermatite seborroica, un composto a base di allumi, altri metalli e retinil palmitato, che ha dimostrato, già dopo la prima settimana di trattamento, buoni livelli di affidabilità ed efficacia.

    Dopo un mese di trattamento, è stata verificata la remissione completa del disturbo dermatologico: questo risultato incoraggiante apre la strada all’applicazione di nuove cure e rimedi efficaci.

    La ricerca ha coinvolto 40 pazienti maschi e 10 femmine di età compresa tra i 25 e 60 anni, affetti da dermatite seborroica al volto: applicando la crema dalla formulazione innovativa, 2 volte al giorno per 14 giorni consecutivi, nessun paziente ha accusato effetti collaterali e si è ottenuto un significativo miglioramento della dermatite già nella prima settimana di trattamento.

    In particolare, monitorando i principali parametri, eritema e desquamazione, i benefici del nuovo composto sono stati chiari. Dopo 7 giorni l’eritema era ancora intenso solo nel 3% dei casi e la desquamazione lo era solo per il 2%; dopo 14 giorni l’eritema era avvertito in modo lieve nel 37% dei casi e la desquamazione era lieve nel 45%.

    392

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CortisoneDermatiteFarmaciMalattieNews SaluteDermatite-Seborroica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI