Dermatite seborroica: neonati a rischio

Dermatite seborroica: neonati a rischio

Vi sono diversi elementi di distinzione fra la dermatite seborroica e la dermatite atopica, elementi che consentono una dignosi corretta e immediata e che consente anche un'oppopriata terapia

da in Bambini, Dermatite, In Evidenza, Malattie, Pelle, Dermatite-Seborroica
Ultimo aggiornamento:

    Dermatite_seborroica_nel_bambino

    Nei neonati la dermatite seborroica è una patologia che si riscontra con una certa frequenza, soprattutto entro i primi tre mesi di vita e la si individua facilmente a livello del cuoio capelluto a causa di un colore assunto dalle parti interessate abbastanza caratteristico, tendente al giallo, oltre ad assistere in quella sede alla formazione di croste e squame che solitamente rendono agevole la diagnosi da parte del pediatra.

    Dermatite seborroica e dermatite atopica, le differenze sostanziali

    Poiché la tendenza è quella di confondere una dermatite seborroica con la dermatite atopica racchiudendo il tutto nella più comune definizione di “ crosta lettea “, occorre sottolineare che nel caso di dermatite seborroica assistiamo nel bambino alla formazione di squame che tendono ad ungersi con vere e proprie aree di localizzazione della malattia che si possono estendere dalla testa fino alle orecchie, continuando sopra le sopracciglia, passando per il naso, il mento ed estendendosi a volte fino alle ascelle.

    La distinzione fra dermatite seborroica e dermatite atopica

    A questo punto gli elementi di distinzione fra la dermatite seborroica e la dermatite atopica diventano netti, stante il fatto che se ci si trova davanti un piccolo paziente con aree del viso interessate da queste chiazze, come il naso, il contorno delle labbra fino a ricoprire le ascelle e, raramente anche l’inguine, di fronte a ciò si può parlare con una buona dose di certezza di dermatite seborroica.

    Altro elemento che differenzia le due patologie è il fatto che nel caso di dermatite seborroica il bambino non avvertirà prurito, mentre nella forma atopica lamenterà il disturbo, così come altro elemento distintivo è dato dal fatto che la dermatite seborroica solitamente scompare dopo il terzo mese di vita del bambino lasciando spazio alla dermatite atopica che comincia a manifestarsi in quel periodo e che spesso potrebbe essere anche messa in relazione con fattori allergici come la stessa alimentazione o il latte artificiale, cosa che non avviene con la dermatite seborroica che non viene ricondotta nella sua eziologia ad alcuna particolare altra patologia e che riguarda il bambino solo per un problema estetico piuttosto che per gli effetti che la malattia possa comportare.

    Le cause della dermatite seborroica nel bambino

    Il motivo per il quale un bambino possa andare incontro ad una dermatite seborroica è da inquadrarsi nel fatto che probabilmente nell’organismo del piccolissimo paziente alberghi un numero eccessivo di ormoni rilasciati dalla madre dopo il parto e passati nel figlio attraverso il cordone ombelicale, ormoni che non possono essere neutralizzati come avverrebbe nell’adulto a causa di un’attività epatica del neonato meno organizzata rispetto all’adulto; tutto ciò provoca un eccesso della produzione di sebo che aggiunta ad un turnover elevato delle cellule della pelle del bambino in rapido accrescimento, stratifica la pelle che va a sovrapporsi alle cellule morte che solitamente vengono rimosse dall’organismo col risultato che la sovrapposizione di questi elementi causa la caratteristica formazione di croste gialle.

    I rimedi

    Sarà il pediatra a consigliare eventuali farmaci da adottare nei casi di dermatite seborroica o di altre affezioni della delicata cute dei bambini, intervenendo anche con una corretta igiene da praticarsi ogni giorno al fine di allontanare con molta delicatezza le croste via, via, formatesi.

    Lo stesso pediatra nei casi più ostinati e quando la dermatite abbia interessato zone del corpo molto estese, consiglierà il ricorso ad un dermatologo che studierà con cura il fenomeno e prescriverà la terapia più idonea da praticare.

    631

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniDermatiteIn EvidenzaMalattiePelleDermatite-Seborroica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI