NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Dermatite periorale: sintomi, cause e rimedi

Dermatite periorale: sintomi, cause e rimedi

La dermatite periorale è una condizione caratterizzata da un'eruzione cutanea intorno alla bocca. I sintomi principali di questa patologia sono, soprattutto, bruciore e prurito, ma non sono gli unici. Tra i rimedi per poter guarire, gli antibiotici e alcuni piccoli accorgimenti da seguire. Quali sono le cause? Scopriamo di più in merito.

da in Dermatite, Pelle
Ultimo aggiornamento:

    Quali sono i sintomi, le cause e i rimedi per la dermatite periorale? Questa patologia è caratterizzata, nello specifico, da un’eruzione cutanea che si sviluppa intorno alla bocca. Le cause per cui si può manifestare questo problema non sono chiare in maniera completa, tuttavia ci sono dei fattori che possono influire come, per esempio, l’utilizzo di creme steroidee e unguenti particolari. Come primo trattamento da riservare alla cura di questo problema alla pelle è opportuno smettere di usare tutte le creme e gli unguenti per il viso, compresi i cosmetici. Ma qual è la sintomatologia esatta legata alla dermatite periorale? Quale il trattamento per giungere alla guarigione? Scopriamo di più in merito.

    Come anticipato prima, questa non è altro che una malattia della pelle in grado di manifestarsi nella parte della cute presente intorno alle labbra, tramite arrossamenti, eruzioni cutanee, sensazione di bruciore e prurito, solo per citare alcuni dei sintomi. Le cause non sono del tutto note, ma pare vi siano alcuni fattori di rischio che pesano nella manifestazione della patologia. La dermatite periorale pare colpisca soprattutto le donne – il 90 per cento dei casi interessa, infatti, il sesso femminile – e i soggetti di età compresa tra i 15 e i 45 anni, ma non è escluso che la patologia possa colpire anche i bambini e i neonati. La dermatite periorale non è contagiosa in sé, ma può esserlo l’eventuale infezione che ne è la causa.

    I sintomi della dermatite periorale sono rappresentati da alcune caratteristiche che interessano, per l’appunto, la pelle nella zona attorno alle labbra. Della sintomatologia, possono fare parte:

    • Eruzioni cutanee
    • Piccole lesioni
    • Pelle squamata
    • Papule
    • Pustole purulente
    • Sensazione di bruciore
    • Arrossamento
    • Irritazione
    • Labbra secche
    • Prurito
    • Eczema

    Tutto ciò, comunque, non deve confondere il soggetto colpito dalla patologia, portando a scambiarla per una dermatite atopica o altre dermatiti come, ad esempio, l’eczema. Ecco perché, per la diagnosi della patologia, è essenziale ricorrere al consulto di uno specialista. In poche parole, la dermatite periorale è riconoscibile per via della presenza di un’infiammazione nella zona intorno alla bocca e che, se non curata adeguatamente e tempestivamente, potrebbe estendersi anche in altre parti del viso.
    Spesso, la comparsa della dermatite periorale è anticipata dalla manifestazione di eczema; successivamente, la patologia si evolve con la formazione di papule contenenti una sostanza liquida.
    In alcuni casi, anche la pelle intorno agli occhi può venire influenzata, ma in tale circostanza si parla di dermatite perioculare.

    Le cause della dermatite periorale non sono note, ma esistono alcuni fattori di rischio che potrebbero comportare l’insorgere della malattia: non è stato scoperto un unico fattore di rischio, ma sarebbero tanti motivi che stanno alla base del disturbo e questi hanno a che fare, soprattutto, con l’utilizzo di cosmetici che possono provocare irritazioni. È stato provato che l’uso di creme steroidee e unguenti o di prodotti cosmetici o detergenti applicati alla zona del viso possono determinare il verificarsi del problema: ad esempio, anche il dentifricio fluorurato potrebbe scatenare una reazione di questo tipo.
    Altre volte, si tratta di fattori ormonali, come nel caso delle giovani donne che sperimentano forti eruzioni cutanee intorno alla bocca poco prima di un ciclo mestruale o in gravidanza. Altre cause possono essere rappresentate, in alcuni casi, anche dal ricorso alla pillola contraccettiva, oppure da fattori ambientali come il freddo, il vento forte, i raggi solari e la luce ultravioletta.

    Anche i lieviti e i batteri che vivono sulla pelle potrebbero innescare una reazione cutanea di questo tipo: alcune ricerche mediche hanno evidenziato possibili cause in parassiti come il Denodex Folliculorum, infezioni di funghi e da candida, malassorbimento intestinale, allergie, sbalzi di umore o stress, il quale ha un peso negativo sul sistema immunitario.
    Nei neonati, infine, un fattore di rischio è rappresentano dall’utilizzo del ciuccio.

    Una volta comparsi segni e sintomatologia, è consigliabile contattare il proprio medico, che potrebbe indirizzarvi verso un dermatologo: quest’ultimo stabilirà la diagnosi e la terapia adatta al caso specifico. Oltre alla visita medica classica, allo studio dei sintomi e agli esami e alle analisi del caso, potrebbero essere di aiuto ulteriori test di approfondimento.

    Come si guarisce? La cura per la dermatite periorale dipenderà dai fattori scatenanti, sebbene non ne esistano di specifiche. Il primo passo che occorre fare è, senza alcun dubbio, quello di non usare alcuna crema, unguento, detergente e cosmetico sul viso: ovviamente, abolite soprattutto gli steroidei topici e cercate di evitare il dentifricio contenente fluoro, oltre a lavarvi il viso con acqua tiepida e senza l’uso di saponi aggressivi.
    Nei casi un po’ più gravi, se il medico lo ritenesse opportuno, potrebbero essere prescritti integratori di ossido di zinco, vitamina E e fermenti lattici, oltre a farmaci antibiotici in compresse, in modo tale alleviare i sintomi più comuni come il prurito e il bruciore: generalmente, si ricorre ad una compressa a base di sostanze appartenenti al gruppo delle tetracicline, che devono essere prese dalle 6 alle 12 settimane. I primi miglioramenti cominciano a vedersi soltanto entro 2 mesi dall’inizio della terapia.
    Esistono, inoltre, delle creme che si possono applicare sul viso e, a volte, possono essere utili dei medicinali che si usano nel trattamento dell’acne e di altre malattie della pelle. Sottolineiamo che tutti questi medicinali vanno presi soltanto sotto rigida prescrizione medica e mai in autonomia.
    La laserterapia o l’utilizzo della luce pulsata potrebbero rappresentare un ulteriore opzione per la terapia contro la dermatite periorale: si tratta di metodi comunemente utilizzati per la rosacea.
    Ma esistono dei rimedi e delle cure naturali? Sarebbe di aiuto evitare l’esposizione al sole, oltre ad effettuare degli impacchi di camomilla, di olio essenziale di melaleuca, di aloe vera o ghiaccio.
    Per quanto riguarda l’alimentazione, seguite una dieta sana, preferendo le verdure scure, come spinaci e broccoli ed evitando il consumo dei seguenti cibi:

    • Spezie, ad esempio la cannella
    • Lieviti
    • Cibi piccanti

    Per quanto riguarda la cura per i bambini che manifestano sintomi intorno alla bocca, è necessario chiedere al pediatra.

    Infine, la prognosi dipenderà da diversi fattori, quali la velocità nell’intraprendere la corretta terapia, la causa scatenante e la gravità della condizione, oltre che l’età e lo stato di salute del paziente. Per quanto riguarda i tempi di guarigione, questi variano a secondo del caso specifico: ci sono, infatti, situazioni in cui le lesioni regrediscono del tutto in pochi giorni e altre volte in cui queste mostrano una maggiore persistenza. Ad ogni modo, occorre contattare il medico, in quanto un peggioramento della patologia può aumentare il rischio di uno stadio cronico.

    1242

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DermatitePelle
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI