Dermatite da pannolino: sintomi, cause e rimedi

La dermatite da pannolino ha sintomi evidenti e riconoscibili. Le cause possono essere varie. Da prestare attenzione ai rimedi.

da , il

    Dermatite da pannolino: quali i sintomi, le cause e i rimedi? Si tratta di un’infiammazione della pelle, che è localizzata soprattutto sulle natiche e sui genitali di bambini che indossano il pannolino. Può essere provocata da vari motivi e di certo uno dei principali è rappresentato dal ristagno delle feci e delle urine all’interno del pannolino. A volte può dar luogo, come complicazioni, anche ad infezioni batteriche o fungine. I sintomi più evidenti sono rappresentati da un rash cutaneo, che è caratterizzato da un arrossamento della pelle, da gonfiore e da una sensazione di dolore. Bastano alcune semplici precauzioni per curare questo tipo di dermatite, anche se, quando si manifestano infezioni, bisogna rivolgersi al medico.

    I sintomi

    Nelle zone ricoperte dal pannolino si evidenzia un rash cutaneo, che è contraddistinto da un arrossamento intenso e doloroso, che può provocare anche gonfiore. Il bambino tende a diventare insofferente e piange, quando è il momento di cambiarsi. A volte come complicazione della dermatite può comparire un’infezione dovuta a batteri o a funghi. In questo caso è bene far visitare il bambino da uno specialista.

    Le cause

    La causa più comune di dermatite da pannolino è costituita dall’irritazione dovuta a feci o a urine, specialmente quando il pannolino non viene cambiato tempestivamente. Il problema però può essere causato anche dalla variazione dei cibi ingeriti, perché, nel momento in cui il piccolo comincia ad assumere cibi solidi, può produrre feci di consistenza diversa. Bisognerebbe fare attenzione anche ai materiali di cui sono fatti i pannolini o ai detergenti che si utilizzano per il lavaggio di quelli in tessuto: anche questi elementi possono irritare la pelle. E’ opportuno considerare anche che le natiche, le cosce e i genitali rappresentano dei luoghi ideali per la proliferazione di funghi e batteri, essendo caratterizzati da un ambiente caldo-umido. Una pelle molto sensibile, che è soggetta alla dermatite atopica, può essere un fattore di rischio. A volte il disturbo è determinato da un’assunzione di antibiotici, che non consentono ai batteri “buoni” di proliferare.

    I rimedi

    La dermatite da pannolino può guarire facilmente, se si cambia frequentemente il bambino, in modo da mantenere la pelle pulita. Potrebbe essere necessario applicare anche delle creme a base di ossido di zinco, che favoriscono la guarigione. E’ molto importante mantenere asciutta la zona arrossata. Se, invece, il tutto è complicato da un’infezione batterica o fungina, può essere necessario rivolgersi al medico, che potrebbe prescrivere la somministrazione di idrocortisone, un farmaco che agisce contro l’infiammazione. Il medico può prescrivere gli antifungini a somministrazione locale o gli antibiotici.