Depressione: teniamola lontana con l’arte

Depressione: teniamola lontana con l’arte

L’arte svolgerebbe un ruolo di primo piano nell’aiutare a tenere lontano il rischio di incorrere nella depressione

da in Benessere, Depressione, Mente, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    depressione

    L’espressione artistica può rivelarsi una vera e propria arma di difesa contro la depressione. Il rapporto tra mente e arte è una questione che da sempre ha trovato un posto fondamentale nella riflessione scientifica, intesa a ricercarne gli effetti fondamentali. Un contributo in più in questo senso proviene dai ricercatori della Norwegian University.

    Gli studiosi sono infatti riusciti a dimostrare che esiste uno specifico collegamento tra attività artistica e disturbi depressivi, nel senso che la prima contribuisce in maniera significativa a tenere lontani i secondi. Questo è dovuto alla maggiore realizzazione che gli individui sperimentano nel momento in cui si dedicano ad attività artistiche o culturali in generale.

    L’arte sarebbe così capace di fare in modo che diminuisca il rischio di incorrere nella depressione. Il discorso vale sia per gli uomini che per le donne, ma, a quanto pare, nei primi è possibile constatare la presenza di effetti molto più importanti.

    Per arrivare a questa scoperta, gli studiosi hanno preso in considerazione 50.000 individui, giungendo alla conclusione che l’effetto generato dall’arte in termini di benessere è superiore perfino a quello determinato dal lavoro e dai soldi.

    Non bisogna certo essere dei grandi geni dell’arte, ma l’importante è mettere in atto la propria creatività.

    I passatempi basati sull’arte possono quindi rappresentare una rilevante risorsa, per riuscire a mantenersi in buona salute, oltre che per sviluppare capacità che magari non pensavamo di avere. Un modo per divertirsi e allo stesso tempo per tenere in forma la mente, evitando eventuali rischi.

    Immagine tratta da: cartellone.comune.imola.bo.it

    321

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereDepressioneMentePsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI