Depressione: favorita dai cibi non sani

Una ricerca inglese ha messo in evidenza che i cibi grassi e ricchi di calorie fanno aumentare il rischio di ammalarsi di depressione

da , il

    cibi

    Le cause della depressione sono di varia natura e non ancora tutte rintracciate e spiegate. I dibattiti tra gli esperti a questo proposito sono infatti del tutto aperti. Nel frattempo la ricerca comunque compie importanti passi avanti, mettendo in evidenza un elemento di notevole importanza. Si tratta del fatto che i cibi grassi e ricchi di calorie non farebbero altro che favorire l’insorgere della depressione.

    Gli alimenti sani come il pesce, la frutta e le verdure non fanno bene solo al nostro organismo, ma anche alla nostra mente. Riempirsi di dolci e grassi non è per niente salutare. E se questo è un dato già assodato, si è scoperto che anche il nostro cervello ne risente. A rivelarlo è la rivista “British Journal of Psychiatry”, che ha pubblicato i risultati di una ricerca portata avanti presso l’University College di Londra.

    I ricercatori dell’Istituto hanno condotto un confronto tra alimentazione e depressione, che ha visto esaminare la dieta di 3.500 individui seguiti per un periodo di cinque anni. I soggetti sono stati divisi in due gruppi, a seconda del fatto che la loro alimentazione fosse basata su cibi sani o su alimenti non salutari come cibi fritti, dolci e carni lavorate.

    Gli studiosi hanno avuto modo così di mettere in evidenza il fatto che coloro che seguivano un’alimentazione sbagliata avevano il 60% di probabilità in più di ammalarsi di disturbi depressivi. Un risultato che dovrebbe spingerci a riflettere seriamente sulle nostre abitudini alimentari e ad interrogarci su quanto esse influiscono sul nostro benessere.

    Immagine tratta da: inviatospeciale.com