Depressione: diminuisce il rischio con il sonno

Depressione: diminuisce il rischio con il sonno

Una ricerca americana chiarisce come i ragazzi che vanno a dormire più tardi corrono un rischio maggiore di incorrere nella depressione

da in Adolescenti, Benessere, Depressione, Psicologia, Ricerca Medica, Sonno
Ultimo aggiornamento:

    depressione patologia sonno

    La depressione è una patologia molto difficile da affrontare e spesso la sua risoluzione prevede un approccio integrato composto da farmaci e psicoterapia. Per affrontare la depressione è importante considerare anche lo stile di vita dei pazienti nei suoi aspetti più generali. Particolarmente importante in questo senso è il sonno.

    Una ricerca della Columbia University ha sottolineato come il sonno svolga una funzione per niente irrilevante nel fare in modo di scongiurare il rischio di incorrere nella depressione. Il principio vale soprattutto per gli adolescenti. Si infatti scoperto che i ragazzi che vanno a dormire dopo la mezzanotte hanno un rischio maggiore rispetto agli altri di manifestare disturbi depressivi. Un rischio che è pari al 24% in più rispetto ai ragazzi che conducono un sonno più regolare, andando a dormire più presto la sera.

    Gli esperti hanno chiarito che il sonno svolge un ruolo di primo piano non solo nella prevenzione della depressione, ma potrebbe essere considerato un elemento molto importante anche nell’ambito del trattamento della stessa malattia.

    I dati sono stati raccolti per mezzo di specifici questionari, ai quali hanno risposto sia i genitori che i ragazzi.

    I risultati sono stati molto chiari. La tendenza ad essere depressi veniva rapportata alla percezione di mancanza di cure da parte dei genitori, ma anche alla sensazione di non aver dormito abbastanza a causa del fatto di essere soliti ritardare l’orario previsto per l’addormentamento.

    Un passo avanti in più nella comprensione della depressione, che potrebbe aprire anche utili ed interessanti prospettiva nella messa a punto di eventuali strategie terapeutiche.

    338

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AdolescentiBenessereDepressionePsicologiaRicerca MedicaSonno
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI