Denti: decalogo contro la sensibilità dentale

Denti: decalogo contro la sensibilità dentale

E' ben il 57% della popolazione, soprattutto donne, a soffrirne, la sensibilità dentale è un disturbo diffuso, caratterizzato da dolore e fastidi, ecco un decalogo utile stilato dagli esperti

da in Cura dei Denti, Dolore, Igiene orale, In Evidenza
Ultimo aggiornamento:

    La sensibilità dentale, consigli

    La sensibilità dentale, più comunemente nota come “denti sensibili” è un disturbo molto diffuso, che interessa circa il 57% della popolazione, in prevalenza donne, secondo le stime. Dolori e fastidi legati alla sensibilità si verificano quando la dentina, la parte del dente collocata tra lo smalto e la polpa, è esposta, cioè non è più ricoperta e protetta come dovrebbe dallo smalto e dalle gengive. Per tenere alla larga questo fastidioso problema dentale, meglio seguire alcune semplici regole suggerite dagli esperti del sorriso.

    1 – Eseguire sempre, con regolarità, una corretta igiene orale domiciliare, utilizzando quotidianamente spazzolino, dentifricio e filo interdentale.

    2 – Scegliere sempre dentifrici specifici per i denti sensibili, non abrasivi e, preferibilmente a base di fluoro.

    3 – Utilizzare sempre strumenti per l’igiene orale adeguati e di buona qualità: gli spazzolini da denti devono essere con le setole arrotondate, morbidi o di media durezza, meglio se dotati di manico anatomico, per facilitarne l’uso.

    4 – Evitare di eserecitare una pressione eccessiva durante lo spazzolamento.

    5 – Non spazzolare mai i denti in senso orizzontale, ma in senso verticale, delicatamente, dalla gengiva verso la superficie del dente.

    6 – Per evitare pericolosi errori, meglio fermarsi a osservare lo spazzolino: se le setole si allargano, significa che la pressione esercitata è eccessiva.

    E’ importante sostituirlo spesso.

    7 – Quando si spazzolano i denti, le gengive non dovrebbero sanguinare e non si dovrebbero avvertire fastidi o dolore: se capita, è sintomo che qualcosa non va, che il metodo è sbagliato o che c’è qualche problema.

    8 – Il ruolo giocato dall’alimentazione è fondamentale, la prevenzione del disturbo parte anche dalla dieta: il regime alimentare dovrebbe essere vario e completo, ricco di fibre e verdure, ma povero di zuccheri.

    9 – Attenzione a tutto quello che si ingerisce, meglio limitare il consumo di bevande o cibi eccessivamente acidi, che rischiano di rovinare lo smalto dei denti, favorendo la comparsa della sensbilità dentale.

    10 – La cura dei denti a casa è fondamentale, ma è altrettanto indispensabile il supporto dello specialista: le visite periodiche dall’odontoiatra per i controlli e l’igiene sono una sana abitudine.

    Sensibilità dentale, dentina esposta, ma il dolore? La sensazione di fastidio, che spesso è vero e proprio dolore, è scatenata dalle terminazioni nervose, che comunicano con la dentina attraverso la fitta serie di microtubuli che la compongono. La dentina mette in contatto la bocca con la polpa dentale, la sede delle terminazioni nervose e dei vasi sanguigni, quindi quando è esposta alle sollecitazioni esterne, può scatenarsi il dolore.

    521

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Cura dei DentiDoloreIgiene oraleIn Evidenza
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI