Demenza senile: vivere da single la facilita

Demenza senile: vivere da single la facilita

Ritrovarsi da soli durante la mezza età è una condizione che aumenta il rischio di andare incontro alla demenza senile

da in Benessere, Cervello, Demenza, Demenza senile, Psicologia, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    cervello

    La demenza senile è di certo una condizione non facile da affrontare sia per chi è afflitto dalla patologia sia per chi vive accanto a lui. Nuove vie e nuove scoperte si aprono a gettare nuova luce su questo tipo di condizione. In particolare particolarmente interessante si rivela uno studio pubblicato sulla rivista “British Medical Journal” e portato avanti dai ricercatori svedesi del Karolinska Institute.

    Lo studio ha rivelato che ritrovarsi da soli nella mezza età in seguito alla rottura di un rapporto matrimoniale o alla morte del proprio partner fa aumentare il rischio di incorrere nella demenza senile. Il pericolo sarebbe più accentuato nel caso di individui portatori di una variante genica particolare.

    Si tratta della cosiddetta APOE-4, che è stata da tempo individuata come una variante strettamente connessa alla demenza e alla malattia di Alzheimer. I ricercatori hanno preso in considerazione 1449 uomini e donne e li hanno seguiti per 20 anni, esaminando le loro caratteristiche genetiche riguardanti la variante APOE-4 e studiando il loro stato matrimoniale. Ne sono emerse considerazioni sorprendenti.

    I risultati hanno messo in luce che le persona che durante la mezza età si ritrovavano soli andavano maggiormente incontro alla demenza, specialmente se erano portatori di quella determinata variante genica.

    D’altronde relazionarsi ad un partner implica un confronto cognitivo e interpersonale che si rivela essenziale per mantenere efficiente il nostro cervello anche in età avanzata. Per chi resta da solo un rimedio potrebbe essere non perdere i legai che lo tengono unito al gruppo sociale di cui fa parte.

    Immagine tratta da: ulisse.sissa.it

    314

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCervelloDemenzaDemenza senilePsicologiaRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI