Demenza: l’esposizione prolungata ai pesticidi aumenta il rischio

Demenza: l’esposizione prolungata ai pesticidi aumenta il rischio

L'esposizione prolungata ai pesticidi, di cui si fa ampio uso nell'agricoltura mondiale, sembra essere un fattore di rischio per la demenza: un altro pericolo per la salute dall'uso di queste sostanze

da in Demenza, Demenza senile, Malattie, News Salute, Ricerca Medica, pesticida
Ultimo aggiornamento:

    demenza pesticidi

    Sembra che all’origine dei problemi cognitivi che vanno normalmente sotto il nome di demenza, ci possa essere anche l’esposizione all’inquinamento, in particolare quello causato dall’uso dei fitofarmaci e dei pesticidi, impiegati in campo agricolo.

    A sostenerlo è uno studio pubblicato sulla rivista scientificaOccupational and Environmental Medicine”, durato sei anni e condotto su un gruppo di agricoltori francesi: mille soggetti arruolati tra il 1997 e il 1998, 614 dei quali ricontrollati poi a distanza di tempo, tra il 2001 e il 2003. I soggetti studiati sono stati divisi in gruppi a seconda del loro grado di esposizione ai pesticidi: direttamente esposti, certamente esposti indirettamente, forse esposti indirettamente, non esposti. Gli agricoltori direttamente esposti erano circa la metà di tutti gli individui.

    Gli studiosi hanno analizzato le capacità intellettive di questi individui, sottoponendoli anche a test neurocomportamentali e al test MMSE (Mini Mental State Examination), l’esame generalmente utilizzato per testare se un soggetto soffre di demenza.

    I ricercatori hanno, così, rilevato come gli agricoltori direttamente esposti agli antiparassitari avessero la possibilità cinque volte superiore rispetto agli altri di ottenere punteggi più bassi nei test neurocomportamentali e il doppio delle probabilità di ottenere un calo di due punti nell’MMSE.

    Gli studiosi sono, dunque, arrivati alla considerazione che un’esposizione prolungata ai pesticidi possa rappresentare un fattore di rischio per la demenza.

    Non si tratta di un risultato isolato: anche uno studio israeliano avrebbe individuato una potenziale correlazione tra pesticidi e il morbo di Parkinson. Prove scientifiche che evidenziano sempre di più i rischi per la salute connessi all’uso elevato degli antiparassitari (non dimentichiamo che i pesticidi lasciano resuidi anche negli alimenti) e che potrebbero favorire una modifica delle politiche agricole mondiali.

    361

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN DemenzaDemenza senileMalattieNews SaluteRicerca Medicapesticida
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI