Danone: prudenza nel propagandare i prodotti come benefici per la salute

Danone: prudenza nel propagandare i prodotti come benefici per la salute

Laddove la pubblicità fosse già partita con questi presupposti la stessa verrà modificata, come avvenuto in Francia dove non saranno piu’ messi in primo piano i benefici per la salute nel consumo dei propri prodotti; ci si riferisce agli effetti dell’immunofortis, una miscela di prebiotici inseriti negli alimenti per bambini che dovrebbero rinforzare il loro sistema immunitario

da in Alimentazione, Bambini, News Salute, Sistema immunitario
Ultimo aggiornamento:

    Actimel

    Non si può dire che la Danone non ci abbia provato a richiedere all’EFSA, ovvero l’Ente europeo per la sicurezza alimentare, l’autorizzazione a propagandare i propri prodotti Activia e Actimel come alimenti in grado di migliorare la salute di chi li assume, viste le proprietà benefiche di questi prodotti; salvo poi fare marcia indietro e rimandare il tutto alla luce di nuove e più attendibili analisi.

    Ma come mai la Danone ha deciso di soprassedere, in ordine alla citata domanda, tali procedure? Probabilmente per paura di essere sanzionata dall’Antitrust che potrebbe addebitare all’azienda l’eventuale pubblicità ingannevole stante l’assenza di studi atti a dimostrare l’efficacia terapeutica di questi prodotti alimentari in virtù dei supposti benefici per la salute.

    Laddove la pubblicità fosse già partita con questi presupposti la stessa verrà modificata, come avvenuto in Francia dove non saranno piu’ messi in primo piano i benefici per la salute nel consumo dei propri prodotti; ci si riferisce agli effetti dell’immunofortis, una miscela di prebiotici inseriti negli alimenti per bambini che dovrebbero rinforzare il loro sistema immunitario. Si è giunti a ciò dopo aver constatato l’inefficacia degli studi che testimonierebbero tale tesi.

    Dunque ci va cauta la Danone nel mandare messaggi euforistici sui propri prodotti alimentare dopo la prima sanzione che l’azienda ha ottenuto in Gran Bretagna dall’Agenzia sul controllo della pubblicità, l’Antitrust inglese, a causa di uno spot riguardante lo yogurt Actimel dove si indicava che tale prodotto fosse “scientificamente dimostrato in grado di aiutare a sostenere le difese naturali dei vostri bimbi”.

    309

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBambiniNews SaluteSistema immunitario
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI