Curry: proprietà benefiche, nutrizionali e controindicazioni

Curry: proprietà benefiche, nutrizionali e controindicazioni

Il curry ha molte proprietà benefiche e nutrizionali

da in Alimentazione, Mangiar Sano
Ultimo aggiornamento:
    Le proprietà salutari del curry

    Curry: quali sono le sue proprietà benefiche? In effetti esse sono molte, visto che questa miscela di spezie ed erbe aromatiche ha numerosi effetti terapeutici. Il curry è antineoplastico, antinfiammatorio, antibatterico e riesce a contrastare il meteorismo, anche perché si configura come un vero e proprio toccasana per l’intestino. Da non sottovalutare nemmeno le sue proprietà nutrizionali, che, assieme a quelle curative, riescono ad esercitare un’azione benefica, a vantaggio del nostro organismo. Da non trascurare nemmeno il fatto che il curry possiede delle importanti proprietà dimagranti. In ogni caso dobbiamo stare attenti alle controindicazioni.

    Le proprietà benefiche

    Le proprietà benefiche del curry si rivelano altamente terapeutiche. Questa miscela di spezie riesce ad avere degli effetti importanti nel contrastare il rischio di incorrere nei tumori. In particolare, ad agire in questo senso è la curcumina, il principio attivo contenuto nella curcuma. La curcumina riuscirebbe ad inibire la trasformazione delle cellule in cancerose. Sempre la curcuma riesce a bloccare la sintesi delle molecole che sono coinvolte nell’infiammazione. In questo senso possiamo dire che il curry esercita un’azione antinfiammatoria e contribuisce a dilatare i vasi sanguigni e, quindi, a contrastare il colesterolo. Il curry è utile per lo stomaco, perché aumenta il livello dei succhi gastrici e il cumino, nello specifico, si dimostra valido contro i problemi intestinali: meteorismo e gonfiore addominale.

    I chiodi di garofano, anch’essi contenuti in questa miscela di erbe, svolgono un’azione antibatterica, molto importante per regolarizzare la flora intestinale e per contrastare le infezioni del cavo orale. Il curry ha, inoltre, notevoli proprietà dimagranti e per questo può essere utilizzato nell’ambito di diete ipocaloriche.

    Sono soprattutto il peperoncino e lo zenzero a favorire il consumo di calorie. La cannella agisce rallentando il senso di fame. Non dimentichiamo, inoltre, che il pepe riesce a stimolare la circolazione sanguigna e, quindi, a combattere la ritenzione idrica, principale causa della comparsa della cellulite.

    Le proprietà nutrizionali

    Le proprietà nutrizionali del curry lasciano intravedere tutti i benefici che questo insieme di spezie riesce ad apportare al nostro corpo. 100 grammi di polvere speziata contengono il 60% di carboidrati, il 10% di proteine e il 30% di grassi. Per quanto riguarda le calorie, è bene ricordare che sempre 100 grammi di prodotto corrispondono a 325 kilocalorie. Il curry è ricco di molte vitamine, come la A, quelle del gruppo B, la vitamina D, la E e la K. Abbondanti sono anche i sali minerali. I numerosi antiossidanti, di cui è ricco, contribuiscono ad esercitare un’azione contro i radicali liberi, che causano l’invecchiamento cellulare.



    Calorie 100grCarboidratiGrassiProteineZuccheri
    325 kcal60 g30 g10 g3 g


    Le controindicazioni

    Teniamo presenti le controindicazioni del curry. Il pepe è da evitare per chi soffre di ulcere gastriche e gastriti, mentre il peperoncino potrebbe determinare lo sviluppo di irritazioni, che interesserebbero anche l’apparato urinario. Da non dimenticare che la curcuma riesce a stimolare la secrezione degli acidi biliari, ecco perché non dovrebbe essere consumata da soggetti che presentano calcoli. Il curry può essere consumato in gravidanza, mentre andrebbe evitato durante l’allattamento. Il pepe e il peperoncino presenti nella miscela speziata contengono la capsaicina, che, nel latte materno, andrebbe a causare una sensazione piccante.

    662

    I 10 migliori cibi per la salute
    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneMangiar Sano
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI