Cure: in Francia al via le visite virtuali

In Francia stanno per arrivare le visite mediche virtuali

da , il

    visite mediche virtuali

    Arriveranno ben presto le visite mediche virtuali in Francia. Il tutto rientra nell’attuazione di un decreto, i cui effetti partiranno dal 2011. In sostanza i pazienti potranno richiedere dei consulti medici on line e mostrare in rete attraverso la webcam eventuali sintomi visibili delle patologie di cui sono affetti. Allo stesso tempo potranno parlare con il medico tramite messaggi.

    Una vera e propria rivoluzione la si potrebbe definire, che si colloca sulla scia della sempre maggiore e più diffusa fiducia che i pazienti sono pronti ad accordare ad internet in fatto di cure mediche e di risoluzione di problemi di salute. Una recente ricerca a questo proposito tra l’altro ha messo in evidenza che in tema di salute si dà spesso più fiducia a internet e meno al medico. Con l’esperimento che sarà avviato in Francia i pazienti potranno perfino ricevere le prescrizioni mediche via e-mail.

    E se per i ragazzi aumenta la dipendenza da internet, se il web è visto da molti come causa di possibili pericoli per la salute mentale, ora la rete può diventare un vero e proprio punto di riferimento per chi vuole usufruire della dimensione virtuale anche in tema di salute. Secondo gli esperti le visite virtuali potrebbero essere un rimedio contro la mancanza di medici in determinate parti del territorio.

    Senza dubbio manca il rapporto diretto tra medico e paziente, che è un elemento fondamentale insieme alla possibilità di effettuare concretamente una visita sul corpo dei pazienti. Eppure sono diversi i Paesi in cui la telemedicina ha acquisito importanza. In prima fila ci sono gli Stati Uniti e la Danimarca. Proprio in Danimarca si è pensato ad un’assistenza digitale per i pazienti con patologie croniche come il diabete, le malattie respiratorie e i disturbi di cuore. Da questo punto di vista in Italia siamo ancora indietro, forse anche a causa di conoscenze informatiche ancora poco diffuse.