Cuore: quello spezzato soffre davvero

Cuore: quello spezzato soffre davvero

La sofferenza del cuore spezzato esiste davvero, il corpo davvero soffre di fronte a un legame che si rompe, non solo a seconda del vissuto personale, ma anche a seconda della predisposizione genetica, per cui l'individuo può essere più o meno predisposto al dolore da separazione e da rifiuto sociale

da in Amore, Benessere, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    Cuore Spezzato

    Si usa dire “Cuore spezzato” di fronte a una delusione affettiva o amorosa, per definire lo stato in cui si trova l’innamorato, sofferente e dolente per l’amore non ricambiato, ma questo spezzarsi del cuore non sembra per niente essere un modo di dire, perché il dolore di un cuore non amato è reale.

    L’Università della California ha scoperto infatti che esiste un legame genetico tra il dolore che si prova concretamente e la sofferenza organica, e la sofferenza psicologica della persona che viene rifiutata: la fine di una storia o di un rapporto amoroso o affettivo importante può determinare un vero e proprio dolore fisico, che la persona riesce ad avvertire.

    Il gene coinvolto nella reazione è l’OPRM 1, un gene di cui non troppo tempo fa avevamo parlato, relativamente al legame affettivo che nasce tra affini e parenti e la genetica dell’individuo; questo gene è coinvolto non solo nel legame parentale, si tratta di un recettore che regola il dolore nel corpo, ma anche nei legami amorosi e affettivi indiretti, cioè sentimentali non geneticamente determinati.

    L’attività del gene determina la sofferenza nella persona, il rifiuto sociale causa una alterazione dell’attività del gene, che di suo è a sua volta condizionata dalla sua predisposizione naturale a regolare il dolore nel corpo: vale a dire che alcune persone sono più sensibili ed altre no, non solo a seconda del loro vissuto, ma anche a seconda della predisposizione genetica.

    Pare inoltre che in alcuni individui sia presente una forma rara del gene che causa una maggiore sensibilità, anche al rifiuto sociale, e che queste persone siano maggiormente predisposte alla sofferenza causata dal rifiuto amoroso e sociale.

    La misurazione è avvenuta con prelevamento da saliva negli individui che si sono dati disponibili alla ricerca.

    380

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AmoreBenessereRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI