Cuore: prevenire l’infarto con una corsa

Cuore: prevenire l’infarto con una corsa

Un gruppo di ricercatori della UT Southwestern Medical Center, ha evidenziato come tramite un test di corsa sul tapis roulant si possono prevenire le patologie cardiache

da in Cuore, Infarto, Malattie cardiovascolari, News Salute, Primo Piano, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    cuore prevenire corsa

    Pochi minuti di corsa aiutano a prevenire l’infarto e alcune patologie a carico del cuore. Attualmente, come esame diagnostico esiste la cosiddetta “prova da sforzo”, per verificare l’andamento cardiaco, sia per i giovani adulti sia per le persone con qualche anno di più. È un esame che, generalmente, viene eseguito anche per la salute cardiaca degli sportivi. Mentre il semplice test, preso in esame, durante lo studio aiuta nella prevenzione di patologie cardiovascolari.

    La ricerca è stata condotta dagli studiosi della UT Southwestern Medical Center, guidati dal dottor Jarrett Berry. Uno studio importante che ha coinvolto decine di migliaia di persone, le quali sono state monitorate a livello della loro salute cardiaca, della loro forma fisica e valutando l’età.

    In base alla forma fisica i ricercatori hanno stabilito una probabile oppure no insorgenza di infarto o malattie cardiovascolari.

    Lo studio, pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology e sulla rivista Circulation, hanno sottolineato come, ad esempio, un uomo di 55 anni che percorre circa 1,6 chilometri, in 15 minuti, avrebbe un rischio del 30% di contrarre una patologia cardiaca nel corso della sua vita; mentre chi impiega circa 8 minuti il rischio diminuisce costantemente sino ad un 10%. Grazie ad una corsa eseguita sul tapis roulant i ricercatori sono riusciti a fare una stima della percentuale di rischio. Come i medici hanno sempre consigliato l’alimentazione, una giusta attività fisica, ed un corretto stile di vita sono dei fattori che prevengono le patologie cardiache.

    303

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CuoreInfartoMalattie cardiovascolariNews SalutePrimo PianoRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI