Cuore: nasce la Consulta delle Società Scientifiche

Cuore: nasce la Consulta delle Società Scientifiche

Nasce la consulta delle società scientifiche per le malattie cardio-vascolari, che è sentita come un importante obiettivo, di 10 società scientifiche, che si sono unite insieme per raggiungere uno scopo comune: quello di arrivare a prevenire le malattie cardio-vascolari per migliorare la salute dei cittadini italiani e ridurre l'incidenza sul sistema sanitario nazionale

da in Benessere, Cuore, Infarto, News Salute, Sanità, Sistema-Cardiocircolatorio
Ultimo aggiornamento:

    Cuore

    Ci siamo: dopo aver valutato che con la prevenzione si riesce a evitare un numero nutrito di infarti e di malattie cardio-vascolari ora la notizia ha avuto un primo risvolto, che riguarda la nascita della prima Consulta delle Società Scientifiche per la riduzione del Rischio di malattie cardio-vascolari. In Italia, fa bene ricordarlo, le malattie cardiache che portano all’infarto sono circa 150 mila.

    L’idea di far nascere una vera e propria consulta delle società scientifiche è condivisa da medici e ricercatori del settore, che hanno in comune il sentore che con la prevenzione si possono ottenere dei grandi e buoni risultati: vista come fondamentale arma, efficace non solo per le malattie dettate da virus e contaminazioni, ma anche per malattie che dipendono dalla propensione individuale, diventa ora uno scopo a target.

    Le malattie cardio-vascolari sono una delle principali cause di morte al mondo e sono sempre più presenti anche nel nostro paese, un pò per il cambiamento dello stile di vita dell’italiano medio, che per l’aumento di malattie legate all’alimentazione e allo stress; queste malattie si può dire che abbiano un importante incidenza sulle casse del Sistema Sanitario Nazionale, per cui molto si potrebbe fare per migliorare la situazione.

    La cura delle malattie cardio-vascolari attraverso la prevenzione ora è lo scopo di ben 10 società scientifiche, che hanno deciso di unirsi nella Consulta delle Societa’ Scientifiche per la Riduzione del Rischio Cardiovascolare (CSCV): saranno allo scopo inseriti dei medici specialisti che saranno a capo dei progetti, i primi nomi sono quelli dei Presidenti e dei Rappresentanti delle Societa’ aderenti, per un progetto multidisciplinare.

    Foto da Google

    328

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCuoreInfartoNews SaluteSanitàSistema-Cardiocircolatorio
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI