Cuore: Napoli, settimana di prevenzione cardiovascolare

Cuore: Napoli, settimana di prevenzione cardiovascolare

Una settimana per ricevere informazioni e consigi preziosi: a Napoli dal 21 al 27 febbraio batte il cuore della prevenzione cardiovascolare, con numerose iniziative in programma

da in Cuore, Farmacie, In Evidenza, News Salute, Prevenzione, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Direfarecuore, la prevenzione cardiovascolare

    Napoli, per una settimana, diventa la capitale della prevenzione cardiovascolare, ospitando nelle farmacie, negli ambulatori medici della città e nelle sedi di Federconsumatori, per una settimana, dal 21 al 27 febbraio, la campagna DireFareCuore. Brochure informative, consulenze e consigli utili: la campagna ha lo scopo di informare e sensibilizzare i cittadini sui rischi delle patologie cardiovascolari e sull’importanza della prevenzione.

    L’informazione prima di tutto, perché conoscere a fondo i fattori di rischio, capire davvero i pericoli, connessi a stili di vita e alimentazione scorretti, per il cuore può essere la mossa giusta per prevenire l’insorgenza delle malattie cardiovascolari. 350 farmacie e 100 medici collaboreranno per la distribuzione di brochure informative.

    Una settimana per informare e un giorno intero per sostenere e consigliare: sabato 26 febbraio 2011, in uno dei cuori pulsanti del capoluogo partenopeo, nella Galleria Umberto I, dalle 10.00 alle 18.00, in occasione della Giornata di Prevenzione Cardiovascolare, i medici e i farmacisti misureranno gratuitamente ai cittadini i principali parametri da tenere sotto controllo, come peso, girovita, pressione arteriosa e colesterolo.

    “Il Comune di Napoli è lieto di patrocinare DireFareCuore.

    Siamo, infatti, fermamente convinti dell’importanza della prevenzione e della cura nel delicato ambito delle malattie cardiache” ha spiegato l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Napoli, Giulio Riccio.

    “Il medico di famiglia è il fulcro del SSN ed è l’unica figura professionale in grado di intercettare anche i pazienti sani, per poter praticare la cosiddetta prevenzione primaria, che si rivolge appunto ai soggetti non affetti da patologie” ha sottolineato il dottor Gaetano Piccinocchi, Presidente della sezione SIMG di Napoli.

    341

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CuoreFarmacieIn EvidenzaNews SalutePrevenzioneSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI