Cuore: Milano, prima sostituzione valvola cardiaca mininvasiva

Cuore: Milano, prima sostituzione valvola cardiaca mininvasiva

A Milano, presso l'ospedale San Raffaele, è stato eseguito, per la prima volta, un intervento mininvasivo di impianto valvolare mitralico per via transfemorale con successo

da in Cardiologia, Cuore, Interventi Chirurgici, News Salute, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    valvola cardiaca intervento mininvasivo

    Un intervento davvero innovativo ha fatto il suo debutto in grande stile in uno dei centri d’eccellenza italiani: all’ospedale San Raffaele di Milano è stato effettuato il primo impianto valvolare mitralico per via transfemorale. Una prima volta tutta italiana, ma non solo: si tratta di una procedura mininvasiva “eseguita con successo per la prima volta al mondo”, come hanno sottolineato gli esperti dell’Istituto scientifico universitario milanese.

    Il teatro di questo intervento pioneristico, eseguito su un paziente ottantenne, è stata l’Unità operativa di emodinamica e cardiologia interventistica del Dipartimento cardio-toraco-vascolare. Nuovo intervento, ma, soprattutto nuove interessanti prospettive per la sostituzione delle valvole cardiache, che, fino a oggi, per essere sostituite, richiedevano un nuovo intervento di cardiochirurgia, complesso e molto invasivo, con sternotomia (incisione dell’osso) e circolazione extracorporea, una vera un’operazione a cuore aperto.

    La nuova procedura chirurgica, eseguita da Matteo Montorfano e Antonio Colombo, è stata presentata proprio nelle sale della struttura milanese, in occasione del quarto Congresso internazionale Aortic Surgery and Anesthesia.

    La tecnica di intervento mininvasivo si basa sull’utilizzo di un catetere nella vena femorale, attraverso il quale è possibile risalire fino alle sezioni destre del cuore: utilizzando come via d’accesso una puntura transettale, si accede alla parte sinistra del cuore, dove si impianta la nuova valvola cardiaca.

    “Oggi, con questo intervento, si apre un nuovo scenario nel trattamento delle malattie valvolari mitraliche Dopo l’impianto percutaneo di valvola aortica, anche la valvola mitrale ha una chance di essere sostituita per via percutanea” ha osservato Montorfano, responsabile del Laboratorio di emodinamica del San Raffaele.

    335

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CardiologiaCuoreInterventi ChirurgiciNews SaluteRicerca Medica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI