NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Cuore: linee guida per le aritmie dei bambini

Cuore: linee guida per le aritmie dei bambini

Anche il cuore dei bambini si ammala, a volte già dalla nascita, e tra i problemi cardiaci da tenere sotto controllo ci sono le aritmie: sono nate, così, specifiche linee guida per trattare l'alterazione del ritmo del cuore nei pazienti in età pediatrica

da in Aritmia cardiaca, Bambini, Cuore, Malattie, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    Le aritmie cardiache nei bambini

    Le malattie cardiache non sono esclusivo appannaggio degli adulti, anzi possono comparire già dalla nascita: sono circa 4000 ogni anno i neonati che nascono con cardiopatie congenite che richiedono l’intervento del medico o del chirurgo per correggere eventuali difetti congeniti del cuore.

    Dopo un intervento di cardiochirurgia in età pediatrica, però, non è infrequente la comparsa di aritmie, cioè di un’alterazione del ritmo cardiaco: “Un intervento di questo tipo comporta una modificazione dell’architettura anatomica del cuore e di conseguenza una modificazione anche del sistema elettrico che regola le sue pulsazioni” chiarisce il dottor Michele Gulizia, Presidente Associazione Italiana di Aritmologia e Cardiostimolazione (AIAC).

    Le aritmie cardiache, inoltre, possono comparire anche senza un precedente intervento di cardiochirurgia. In ogni caso non sono da prendere alla leggera: “Le alterazioni del ritmo sono alla base di numerosi problemi, non ultimo la morte cardiaca improvvisa, che tra i giovani, soprattutto se sportivi, non è un fatto così sporadico, riguardando 3 ragazzi su centomila ossia circa 200 decessi ogni anno, 150 dei quali tra i 15 e i 24 anni”, spiega il medico.

    Oggi più che mai , quindi, risulta importante sviluppare un comportamento diagnostico e terapeutico ben preciso, su misura per il cuore dei bambini, omogeneo su tutto il territorio nazionale.

    Sono nate così le prime linee guida italiane (e tra le prime in Europa) sull’aritmologia cardiaca nei piccoli pazienti, approntate dalla sezione di Aritmologia Pediatrica dell’AIAC coordinata da Fabrizio Drago, cardiologo del Bambin Gesù di Roma.

    “Questo lavoro, molto approfondito e completo, è nato con lo scopo di raccomandare un comportamento equilibrato e giustificato da adottare per evitare l’uso di tecniche diagnostico-terapeutiche a rischio, nel tentativo di ridurre una mortalità a volte grandemente sovrastimata” sottolinea Brambilla.

    Immagine tratta da: Bericercatore.it

    371

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Aritmia cardiacaBambiniCuoreMalattieNews Salute
    PIÙ POPOLARI