Cuore: Liguria, prevenzione cardiovascolare in piazza

Cuore: Liguria, prevenzione cardiovascolare in piazza

La prevenzione cardiovascolare e i suoi principali protagonisti, medici e farmacisti in Liguria, a Genova passano all'azione, scendendo in piazza, per una giornata di informazione e consigli

da in Cuore, In Evidenza, Malattie, Prevenzione, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    La prevenzione cardiovascolare scende in piazza

    In occasione della prima giornata regionale della medicina generale ligure, i medici di famiglia e i farmacisti genovesi oggi scendono in piazza per Direfarecuore, un’iniziativa per sensibilizzare e informare i cittadini sull’importanza della prevenzione cardiovascolare. Oggi, fino alle 18.00, in piazza Deferrari, a Genova, la protagonista è proprio la prevenzione delle malattie cardiovascolari.

    Promossa da Simg Liguria, Società Italiana di Medicina Generale, Federfarma Genova e dall’Associazione di Medici di Famiglia per la Ricerca in Medicina Generale, oggi è il giorno di Direfarecuore: la campagna di sensibilizzazione e di prevenzione del rischio cardiovascolare e metabolico, nata dall’impegno di farmacisti e medici di famiglia di Genova, che insieme danno vita alla “1° Giornata regionale della medicina generale ligure”.

    Oggi, in piazza Deferrari, nel centro del capoluogo ligure, è stato allestito un gazebo davvero speciale, dove, fino alle ore 18.00, medici e farmacisti si mettono gratuitamente a disposizione del pubblico, per fornire consigli sulla corretta alimentazione e sul corretto stile di vita per la prevenzione dell’infarto, dell’ictus, del diabete, dell’ipertensione e dell’arteriosclerosi.

    L’occasione giusta per avere tutte le informazioni utili e i consigli giusti per prevenire queste patologie, che sono racchiuse anche in un opuscolo, distribuito alla popolazione, ma anche vere e proprie visite e valutazioni del rischio cardiovascolare: medici e farmacisti misurano, gratuitamente, a ogni cittadino interessato, la pressione arteriosa, il colesterolo, il peso e il girovita.

    “La campagna di prevenzione contro il rischio cardiovascolare è mirata ad intercettare soprattutto i cittadini dai 40 anni in su che spesso ignorano i propri comportamenti a rischio, e magari oltre a fumare e a praticare pochissima attività fisica, spesso non sanno di avere pressione e colesterolo oltre i livelli di allarme, perché semplicemente non avvertono l’esigenza di misurarli” ha sottolineato Giuseppe Castello, presidente Federfarma Genova.

    386

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CuoreIn EvidenzaMalattiePrevenzioneSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI