Cuore, donne: pesce e omega 3, contro le malattie cardiovascolari

Cuore, donne: pesce e omega 3, contro le malattie cardiovascolari

Le malattie cardiovascolari si combattono a tavola: il cuore delle donne si protegge con una dieta ricca di pesce e omega 3

da in Alimentazione, Malattie cardiovascolari, Prevenzione, Salute Donna
Ultimo aggiornamento:

    pesce e omega 3 per il cuore delle donne

    Via libera al pesce e agli omega 3 nella dieta delle donne in età fertile: sarebbe questa, stando ai risultati di una recente ricerca danese, la ricetta salva cuore. Arricchire il proprio regime alimentare con una buona dose di pesce riduce il rischio cardiovascolare al femminile, come hanno dimostrato i ricercatori dello Statens Serum Institut di Copenhagen, in Danimarca.

    Pesce e omega 3 dovrebbero essere i protagonisti dell’alimentazione delle donne in età fertile, soprattutto per preservare la salute del cuore e del sistema cardiovascolare. Infatti, secondo i dati emersi nel corso della sperimentazione svedese, pubblicata sulle pagine della rivista Hypertension: Journal of the American Heart Association, le giovani donne che non apprezzano le qualità organolettiche del pesce e lo escludono dalla propria tavola corrono un rischio cardiovascolare superiore.

    In particolare, non consumare pesce significa moltiplicare per tre il rischio di comparsa di patologie cardiovascolari, rispetto alle coetanee che lo mangiano tutte le settimane. Il pericolo per cuore e arterie, complice una dieta povera di pesce e omega 3 sale ben del 90%. Per giungere a questa conclusione, gli esperti hanno analizzato i dati relativi al consumo di pesce da parte di 49.000 donne danesi, di età compresa tra i 15 e i 49 anni.


    Se il pesce non è tutto uguale, meglio scegliere quello maggiormente ricco di acidi grassi omega 3, merluzzo, salmone, aringa e sgombro. Per ottenere l’effetto salva cuore desiderato, non è necessario esagerare, basta inserire nel menu settimanale almeno due porzioni di pesce, a pranzo o a cena.

    328

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneMalattie cardiovascolariPrevenzioneSalute Donna
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI