Cuore degli over 40 a rischio per il “super lavoro”

Cuore degli over 40 a rischio per il “super lavoro”

Il cuore degli uomini di mezza età, troppo concentrati sulla carriera e non in forma fisicamente, rischia davvero grosso: le probabilità di problemi cardiaci e di morte raddoppiano

da in Benessere, Cuore, Malattie, News Salute, superlavoro
Ultimo aggiornamento:

    Cuore a rischio con troppo lavoro

    Il lavoro nobilita l’uomo, sì, ma se si esagera potrebbe anche finire per ucciderlo: ecco quanto è emerso da un recente studio danese, che conferma i sospetti riguardo al “super lavoro”. La voglia di carriera, le ambizioni di successo, ma anche i crescenti impegni economici spingono gli uomini a dedicare una fetta importante della loro vita al lavoro e il cuore rischia di risentirne.

    Infatti, secondo gli scienziati danesi, del National Research Centre per il Working Enviroment di Copenhagen, gli uomini di mezza età, che lavorano più di 45 ore la settimana, hanno il doppio di probabilità di morire per problemi cardiaci.

    Troppo lavoro, stress alle stelle, e il cuore dei quarantenni in carriera rischia di andare in tilt: nella ricerca, pubblicata sulla rivista Heart, i ricercatori hanno coinvolto un campione vasto di soggetti, circa 5mila uomini danesi di età compresa tra i 40 e i 59 anni, monitorandone stili di vita, abitudini professionali e stato di salute.

    I risultati dello studio hanno lasciato poco spazio a dubbi e hanno evidenziato la “relazione pericolosa” tra super lavoro e disturbi cardiovascolari. Raggiungere un monte ore lavorative compreso tra 41 e 45 ogni settimana significa incrementare notevolmente, circa del 60% rispetto agli uomini meno impegnati, le probabilità di problemi cardiaci.

    Troppe ore passate in ufficio, ma non solo: l’effetto negativo del lavoro eccessivo è stato ancora più evidente, se sommato ai rischi connessi alla sedentarietà.

    Troppo lavoro e sedentarietà portano a percentuali di rischio allarmanti: il pericolo di problemi al cuore e le probabilità di morire, in questo caso, salgono al doppio, rispetto al normale. “Questi risultati suggeriscono che gli uomini che lavorano per tante ore devono essere fisicamente in forma”, ha sottolineato uno degli autori dello studio, Andreas Holtermann.

    365

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereCuoreMalattieNews Salutesuperlavoro
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI