Cuore: a rischio su coloro che abusano di sale

Cuore: a rischio su coloro che abusano di sale

In Italia il consumo di sale sarebbe oltre la soglia massima consentita dall’Oms, è ciò comportebbe a seri rischi di natura cardiovascolare, questo è il risultato del confronto avvenuto a Firenze al congresso dell'Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri

da in Alimentazione, Benessere, Cuore, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    cuore rischio sale

    Non è la prima volta che si sente parlare di problemi a livello del cuore su coloro che abusano di sale. Tuttavia visto che i medici consigliano sempre di non esagerare con il sale negli alimenti, si pensava che la maggior parte della popolazione ormai aveva capito di far attenzione e di non eccedere nelle dosi. Purtroppo però, pare che la popolazione italiana non abbia ancora afferrato il consiglio. Questo è ciò che è emerso dai vari dati che gli esperti hanno proposto a Firenze durante il congresso dell’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri.

    Pare infatti che gli italiani superino di gran lunga la soglia massima di sale che l’Organizzazione Mondiale della Sanita ha indicato, ovvero di 5 grammi al giorno. Dalle diverse regione esaminate si è notato che i consumatori che esagerano con il sale risiedono nel Sud. Infatti in Basilicata, Calabria, Sicilia vi è un consumo che va oltre la media di 10 grammi al giorno.

    In base hai dati raccolti, solamente il 14% delle donne ed il 4% degli uomini riesca a mantenersi nel range stabilito dall’Oms.

    Secondo il presidente dell’Associazione Nazionale Medici Cardiologi Ospedalieri, Marino Scherillo, la popolazione se cercasse di limitare il consumo di sale, avrebbe solo dei benefici. Quest’ultimi vantaggi sarebbero addirittura superiori a quelli dati dalla riduzione di fumo, del sovrappeso e dell’ipercolesterolemia. Inoltre ci sarebbe un risparmio sulle spese sanitarie fra i 7 e 16 miliardi di euro. Quindi per evitare di incorrere in patologie cardiovascolari e per avere un futuro migliore esiste solo una soluzione: non abusare di sale.

    321

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneBenessereCuoreNews Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI