NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Couperose: tutti i rimedi naturali e non

Couperose: tutti i rimedi naturali e non

La couperose si manifesta con la formazione di capillari visibili sulle guance

da in Estetica e trattamenti, Pelle, Sistema cardiocircolatorio, Viso
Ultimo aggiornamento:

    couperose rimedi naturali e non

    La couperose è un disturbo che si manifesta sotto forma di sottilissimi capillari sulle guance. Si accentua quando fa molto freddo o a causa dello stress. Si tratta di un problema prettamente femminile (anche se l’uomo non ne è esente), che è fastidioso anche perché determina il rossore e una sensazione di calore sulla pelle. E’ importante proteggersi dal gelo e dai raggi solari. Tuttavia, se non si riesce a prevenire il problema, si può fare ricorso ad alcuni rimedi. Alcuni di questi si basano sull’uso di sostanze naturali, che vengono impiegate per il trattamento del viso. Ci sono anche delle specifiche creme che si possono utilizzare.

    I rimedi naturali

    I rimedi naturali contro la couperose, per la protezione della pelle, comprendono creme a base di malva, vite rossa, camomilla, rusco o rosa mosqueta. Si possono fare anche degli impacchi di foglie di malva e altea. Queste ultime vanno immerse in acqua bollente e, quando diventano tiepide, si applicano per 20 o 30 minuti.

    In particolare, è utile la camomilla, perché possiede delle proprietà lenitive e antiarrossamento, ma teniamo presente che anche la calendula e la liquirizia, con il suo acido glicirretico, rappresentano delle soluzioni ideali, perché hanno delle proprietà decongestionanti e antinfiammatorie.

    Ci sono poi alcune piante, come la centella asiatica, il rusco, il mirtillo e l’ippocastano, che stimolano la microcircolazione sottocutanea, diminuendo il gonfiore. Si possono fare anche degli impacchi a base di distillato di amamelide e alla lattuga.

    Si può fare anche una maschera alle carote, da applicare sul volto e da tenere per circa 20 minuti, finché non si è seccata. Alla fine si risciacqua con acqua fresca. L’effetto è lenitivo e tonificante e contrasta i radicali liberi.

    I consigli pratici

    Non si deve trascurare la dieta, mangiando più frutta (in particolare mirtilli e frutti di bosco), che aiutano a rinforzare i capillari. Si deve cercare di eliminare il fumo e l’alcool, che è responsabile della vasodilatazione periferica.

    Da prendere in considerazione sono le integrazioni alimentari di vitamina C, meglio se sono associate ai flavonoidi, che migliorano la resistenza e la tonicità dei vasi sanguigni. Più che puntare sulla cura, comunque, si dovrebbe cercare di prevenire l’insorgere del problema, evitando gli sbalzi termici pronunciati. Il caldo e il freddo eccessivi aggrediscono la pelle e mettono a rischio le sue difese naturali. E’ bene lavare il viso con acqua tiepida, esporsi gradualmente al sole e usare specifiche protezioni.

    E’ opportuno anche verificare se ci sono degli squilibri ormonali, che si possono correggere, perché la couperose risente delle oscillazioni nei livelli di estrogeni e progesterone.

    La malattia è prima di tutto un problema vascolare, per cui non esiste un cosmetico adatto a risolvere la situazione definitivamente. Il trattamento laser è consigliato solo nei casi in cui è assolutamente necessario.

    556

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Estetica e trattamentiPelleSistema cardiocircolatorioViso
    PIÙ POPOLARI