Cos’è il seno tuberoso e quali sono i rimedi

Cos’è il seno tuberoso e quali sono i rimedi

Il seno tuberoso si configura come una malformazione congenita della ghiandola mammaria, che assume una forma irregolare, allungata e tubulare

da in Chirurgia estetica, Estetica e Trattamenti, Interventi Chirurgici, Salute Donna, malformazioni
Ultimo aggiornamento:

    seno tuberoso

    Il seno tuberoso consiste in una malformazione della ghiandola mammaria, la quale ha una forma allungata e tubulare. Il particolare aspetto del seno si presenta già a partire dall’adolescenza, potendo determinare un certo disagio relativo al proprio aspetto fisico, specialmente negli anni in cui inizia un percorso di sviluppo, di maturazione e di accettazione del sé.

    Che cos’è il seno tuberoso?
    seno tuberoso malformazione congenita
    Il seno tuberoso è la conseguenza di una malformazione congenita, che tende a far aumentare le dimensioni della ghiandola mammaria, ma contemporaneamente non consente lo sviluppo della pelle. Tutto ciò fa in modo che la pelle non segue la linea della mammella e resta meno estesa rispetto alle dimensioni della ghiandola mammaria. La conseguenza è una forma del seno con una base stretta e con un sacco cutaneo cadente. L’aspetto delle mammelle è pertanto piuttosto irregolare, presentando un’asimmetria tra i due seni.

    Correggere il seno tuberoso con il trattamento chirurgico
    seno tuberoso trattamento chirurgico
    Il seno tuberoso può essere corretto ricorrendo al trattamento chirurgico. In questo caso non si tratta di un intervento estetico al seno effettuato troppo presto e senza motivo. In effetti non possono essere utilizzate cure specifiche, in modo da favorire lo sviluppo regolare del seno. L’intervento chirurgico ha l’obiettivo di mettere in atto un’opera di rimodellamento della ghiandola mammaria. In questo modo essa può essere distesa, riuscendo a coprire le protesi, che comunque non sono sempre necessarie, perché, in alternativa, si può attuare un modellamento del tessuto naturale.

    L’intervento chirurgico per il seno tuberoso: in che cosa consiste
    seno tuberoso intervento chirurgico
    Le tecniche che vengono utilizzate a livello chirurgico per la correzione del seno tuberoso sono varie, ma tutte si basano su due fasi fondamentali. La prima è rappresentata dall’asportazione cutanea-ghiandolare e dal rimodellamento della mammella.

    La seconda invece è costituita da un nuovo posizionamento che interessa sia l’areola che il capezzolo. La decisione di utilizzare una tecnica chirurgica piuttosto che un’altra dipende dalle condizioni cliniche della paziente e dall’esperienza del medico. In ogni caso i risultati in genere sono soddisfacenti. Naturalmente non bisogna dimenticare che in chirurgia estetica ci sono dei pericoli da evitare prima del bisturi, anche in vista di un risultato finale apprezzabile. Inoltre è da ricordare che la chirurgia estetica al seno non può prescindere dalla sicurezza.

    L’intervento chirurgico per il seno tuberoso: da cosa dipendono le cicatrici
    seno tuberoso cicatrici
    In seguito ad un intervento chirurgico per il seno tuberoso in genere possono rimanere delle cicatrici lievemente visibili. Tutto dipende dall’apporto di diversi fattori. Un ruolo molto importante in questo senso è svolto dalla bravura del chirurgo e dalla posizione in cui sono localizzate le cicatrici stesse. Un peso determinante ha tuttavia anche la capacità cicatrizzante dell’organismo che è variabile da individuo a individuo.

    Se l’argomento del seno tuberoso vi ha interessato e volete saperne di più sulla chirurgia estetica, potete leggere anche i seguenti articoli:

    Chirurgia estetica: sempre più donne anziane dal chirurgo
    Chirurgia estetica: la voglia di ritocco scatta in spiaggia
    Chirurgia estetica: le tecniche dolci per il lifting

    774

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Chirurgia esteticaEstetica e TrattamentiInterventi ChirurgiciSalute Donnamalformazioni
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI