Cordone ombelicale: primo sito di informazione sulla donazione

Cordone ombelicale: primo sito di informazione sulla donazione

E' nato il primo portale internet dedicato interamente alla donazione del sangue del cordone ombelicale: per sapere tutto sull'argomento e trovare le risposte ai propri dubbi

da in Bambini, Cellule Staminali, Cordone ombelicale, Gravidanza, In Evidenza, Sangue
Ultimo aggiornamento:

    donazione sangue cordone ombelicale

    Il cordone ombelicale è la linea di collegamento fra il bimbo e la mamma: al suo interno una via porta le sostanze buone al feto, mentre un’altra via permette l’eliminazione delle sostanze già utilizzate. Dopo il parto tendenzialmente veniva gettato, ma da tempo è stata avviata una campagna sull’importazione della donazione del cordone ombelicale.

    Il sangue del cordone ombelicale, infatti, è ricco di cellule staminali ematopoietiche, ossia in grado di dare origine a tutte le cellule del sangue. Esso rappresenta, quindi, una risorsa importante per quelle persone che, colpite da leucemia e gravi malattie del sangue, necessitano di un trapianto.

    Nonostante le campagne informative, sussiste ancora una certa disinformazione o comunque un’informazione parziale sull’argomento.

    E così, proprio per dare risposta a tutti i dubbi dei genitori e fornire risposte complete e corrette su tutto quel che concerne la donazione del sangue del cordone ombelicale, è nato il primo specifico portale internet sull’argomento, (www.adoces.it/donazione-sangue-cordone/) realizzato dalla Federazione Italiana ADOCES (Associazione Donatori Cellule Staminali).

    Grazie al portale, per esempio, si può conoscere il motivo per cui in Italia è concessa solo la donazione eterologa e la conservazione in banche pubbliche e non la conservazione autologa del cordone (ossia per proprio uso), che, invece, può essere svolta attraverso specifiche private site all’estero. Però, si può anche scoprire che esiste la possibilità di una donazione dedicata, riservata a un eventuale fratello affetto da patologie maligne.

    Inoltre, vengono fornite anche tutte le informazioni pratiche su quello che bisogna fare per poter donare, dove bisogna rivolgersi e anche i casi in cui ciò non è possibile (se il bambino nasce prematuro, se la mamma ha assunto particolari tipi di farmaci o altre sostanze da abuso e se i genitori possono trasmettere infezioni o malattie genetiche). Uno strumento importante per quanti hanno già deciso per la donazione, ma anche per chi semplicemente vuole saperne di più.

    403

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniCellule StaminaliCordone ombelicaleGravidanzaIn EvidenzaSangue
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI