Convegno a Cagliari per discutere su una grave patologia cutanea

Ieri si è tenuto a Cagliari un convegno, nel quale si sono riuniti pazienti e medici specialisti, per discutere sull’ idrosadenite suppurativa, grave patologia cutanea

da , il

    convegno cagliari patologia cutanea

    Ieri a Cagliari si è tenuto un convegno per discutere su una grave patologia cutanea: l’idrosadenite suppurativa. Quest’ultima è una patologia quasi sconosciuta, anche nel campo medico, tanto che la maggior parte dei medici di base, ma anche ospedalieri non riesce a diagnosticarla nei tempi giusti. L’evento che si è svolto nel capoluogo sardo è servito proprio ad ampliare la conoscenza di tale malattia, sensibilizzando le autorità competenti sulla necessità di ricerche specifiche.

    Secondo le statistiche, circa l’1% della popolazione mondiale soffrirebbe dell’idrosadenite suppurativa; la cui presenza però viene scoperta dopo molti anni. Questa patologia colpisce la pelle provocando un’infiammazione dolente e locale a carico delle ghiandole sudoripare apocrine delle zone pilifere. Purtroppo questa infiammazione oltre a provocare dolore, causa la produzione di materiale purulento (conferma dello stato di flogosi presente), di noduli, o fistole, o cordoni fibrotici palpabili.

    Per sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti di tale malattia, ed aiutare le persone colpite, è nata a Cagliari l’associazione onlus Inversa, presieduta da Giusi Pintori. Il convegno, tenutosi nella città sarda, ieri, è servito anche per dare inizio all’attività di tale associazione, durante il quale si sono riuniti, provenienti da tutta Italia, pazienti, medici di base, dermatologi, pediatri, e docenti universitari. Per mandare avanti la ricerca, occorreranno dei fondi, che gli studiosi sperano di ottenere al più presto dall’Unione Europea.