Contro smog, pollini e aria “cattiva”, i filtri nasali

Contro smog, pollini e aria “cattiva”, i filtri nasali

Addio polveri, pollini, smog e sostanze irritanti di vario genere contenute nell’aria, grazie ai filtri nasali, dalla tecnologia innovativa e dall’efficacia garantita

da in Allergie, Apparato respiratorio, Benessere, Inquinamento, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    filtri nasali contro smog e allergeni

    L’aria che si respira, soprattutto in città, è sempre più malsana, “gonfia” di inquinamento, smog e polveri sottili, carica di piccoli e subdoli agenti irritanti, pollini e allergeni. Per proteggere la vie respiratorie e, di conseguenza, l’organismo, dall’aggressione continua di queste sostanze e microrganismi che aleggiano indisturbati nell’aria, meglio attrezzarsi a dovere: ottima la barriera protettiva offerta dai filtri nasali specifici.

    Veri e propri “scudi” per il naso, la porta d’accesso privilegiata per l’aria e i possibili nemici che trasporta, che filtrano l’aria, impedendo ai possibili agenti inquinanti, irritanti o allergizzanti, di penetrare e agire indisturbati all’interno nelle vie respiratorie. Si tratta di un dispositivo medico individuale, intranasale, usa-e-getta, atossico ed economico, in grado di esercitare una vera e propria azione di “bonifica” dell’aria respirata, riducendo le inalazioni di polveri nocive, pollini e altri allergeni.

    L’efficacia è garantita, il meccanismo d’azione è semplice quanto ingegnoso. Questi filtri intranasali possono vantare una tecnologia innovativa, costituita da un doppio dispostivo a tronco di cono in silicone medicale: due piccoli “mini-imbuti” studiati appositamente per assicurare la cattura delle particelle contenute nell’aria che si respira.

    Basta inserire i filtri nasali all’interno delle narici, per respirare a pieni polmoni, senza rischi di pericolose intrusioni, per circa otto ore.

    Tutto merito di uno speciale gel biocompatibile, stratificato sulla superficie interna, che grazie alla sua configurazione, alla sua viscosità, alla carica elettrostatica e al suo elevato potere adesivo, è in grado di catturare e trattenere altissime percentuali di particolato atmosferico e sostanze nocive normalmente inalate, come la polvere e i pollini, per esempio.

    340

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AllergieApparato respiratorioBenessereInquinamentoNews Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI