Contro la pressione alta un aiuto dagli ossidanti [VIDEO]

Contro la pressione alta un aiuto dagli ossidanti [VIDEO]

La pressione alta può essere controllata mediante l’azione degli ossidanti

da in Ipertensione, Malattie, Pressione, Prevenzione, Ricerca Medica, Ricerca scientifica
Ultimo aggiornamento:
    La top ten degli alimenti contro l'ipertensione

    La pressione alta costituisce un problema da non trascurare, perché può mettere seriamente in pericolo la nostra salute. Una recente scoperta ha messo in evidenza che contro la pressione alta possono costituire un valido aiuto gli ossidanti. Questi ultimi in genere sono ritenuti pericolosi per il nostro benessere generale, anche perché sono i principali responsabili dello stress ossidativo e dell’invecchiamento. Eppure una ricerca del King College di Londra li ha rivalutati contro l’ipertensione. Le molecole in questione sarebbero in grado di innescare una particolare reazione chimica.

    Il tutto andrebbe a favore della prevenzione della pressione alta. A questo proposito il professor Philip Eaton, a capo del gruppo di ricerca, ha precisato: “Il nostro lavoro apporta un cambiamento nel modo in cui la comunità scientifica guarda agli ossidanti.

    Vi è un crescente corpo di evidenze che questi sono prodotti nelle cellule sane in cui giocano un ruolo essenziale nel regolare le funzioni.


    È quindi possibile prevenire l’ipertensione
    . E di questo gli studiosi si sono resi conto effettuando degli esperimenti sul modello animale: mutando la proteina Chinasi-G, la quale rendeva impraticabile mettere a frutto l’azione degli ossidanti, si dava adito allo sviluppo dell’ipertensione.

    Gli ossidanti, come questa ricerca scientifica ha dimostrato, non possono essere considerati sempre dei nemici per il nostro organismo. Inoltre i risultati dello studio possono aprire la strada alla messa a punto di altri e nuovi farmaci per trattare al meglio l’ipertensione.

    Foto di Asldibergamo

    285

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN IpertensioneMalattiePressionePrevenzioneRicerca MedicaRicerca scientifica
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI