Contraccezione: vasectomia telecomandata

Contraccezione: vasectomia telecomandata

Arriva dall'Australia ed e' un telecomando concepito per impedire agli spermatozoi di fecondare gli ovuli; nasce la vasectomia a valvole

da in Contraccezione, Estetica e Trattamenti, Gravidanza
Ultimo aggiornamento:

    Vasectomia

    Il metodo contraccettivo arriva direttamente da una sperimentazione della Universita’ di Adelaide, i cui scienziati sono arrivati a studiare un telecomando che serve per impedire al seme maschile di raggiungere l’ovulo.

    Il telecomando apre e chiude un sistema di valvole che serve per regolare il flusso dai testicoli, e in questo modo impedisce agli spermatozoi di fecondare, bloccandoli, esattamente come succede con la vasectomia, a differenza del fatto che il sistema e’ reversibile.

    Le valvole sono cosi’ collocate nel vaso deferente, in questo modo lo sperma e’ bloccato nel suo passaggio dai testicoli al pene.

    Il passaggio poi viene aperto per permettere allo sperma di scaricare e rigenerare.

    Difficile valutare se questo sistema telecomandato possa essere raccomandabile per la contraccezione temporanea, perche’ potrebbe causare dei problemi di salute, resta il fatto che con un solo telecomando si puo’ evitare una gravidanza indesiderata.

    La valvola e’ in silicone, si apre e si chiude con un telecomando, che trasmette attraverso micro antenne, la valvola agli impulsi si contrae e non puo’ essere intercettata da altre radiofrequenze casalinghe.

    Si valuta per questo che il sistema sia sicuro per proteggere dalle gravidanze non desiderate, non serve fare un intervento chirurgico, non serve altro se non l’impianto della valvola, che dopo il suo periodo puo’ anche essere rimossa.

    290

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ContraccezioneEstetica e TrattamentiGravidanza
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI