Contraccezione: Terza giornata mondiale

Contraccezione: Terza giornata mondiale

La SIGO propone un kit da usare nelle scuole con l'aiuto di un ginecologo per affrontare i temi e i disagi della educazione sessuale ai giovani e agli adolescenti, ecco che nella terza giornata per la contraccezione sono resi noti i risultati di una indagine mondiale

da in Bambini, Pillola anticoncezionale, Primo Piano, Salute Donna, Sanità
Ultimo aggiornamento:

    Contraccezione

    Una indagine internazionale distrugge l’autostima degli educatori in materia di sessualità, specie in fatto di aiuto ai giovani per la conoscenza della prevenzione, secondo uno studio internazionale tre adolescenti su quattro non usano sistemi di contraccezione nel periodo giovanile. Questi sono i dati presentati in occasione della terza giornata mondiale per la prevenzione delle malattie sessuali e per la contraccezione.

    La SIGO, Società Italiana di Ginecologia e di Ostetricia già ha messo in pratica un primo piano di intervento mirato all’educazione sessuale nei giovani; si tratta di un pacchetto informativo per gli studenti delle scuole superiori. Richiesto dalla maggioranza dei giovani e da buona parte delle famiglie.

    Sei giovani su dieci non usano contraccettivi perché non li possiedono, tre giovani su quattro rinunciano se il partner non li ritiene necessari: il 21% dei ragazzi cerca delle informazioni da solo su internet oppure sulle riviste di pornografia, il 10% usa la televisione e i media tradizionali.

    Deprimente il dato, che rispecchia però una emergenza nazionale, che verrà affrontata prima di tutto con un kit informativo per i giovani, condiviso e uniforme per tutta la nazione. Saranno esperti ginecologi a fare formazione nelle scuole, sgravando di fatto gli insegnanti di un compito difficile e critico.

    Onore della causa è stimolare il senso di responsabilità del giovane perché si senta artefice del suo futuro.

    L’Italia ha un quadro a sé stante, davvero diverso rispetto a quello degli altri paesi europei: sono stati intervistati 2.825 ragazzi fra i 15 e i 21 anni di 14 nazioni (Italia, Francia, Spagna, Gran Bretagna, Austria, Polonia, Russia, Turchia, Australia, Cina, Malesia, Singapore, Corea e Tailandia). Il 22% dei giovani parla di sesso con serenità, il rimanente affronta il tema con disagio, le ragazze conoscono il sesso nel 18% dei casi, oppure rimane in parte tabù.

    Famiglia, scuola, educazione, i motivi possono essere molteplici; il kit sarà intanto un primo passo per affrontare l’argomento, nella speranza che diventi uno stimolo per le buone prassi. Esso comprende anche un cortometraggio animato firmato dal grande vignettista Bruno Bozzetto, per smentire i luoghi comuni sulla pillola anticoncezionale.

    Per saperne di più: http://www.your-life.com/scripts/pages/en/home/
    www.sceglitu.it
    Le immagini sono tratte dal portale Blogsuccesso.com

    Source: Intermedia – Ufficio stampa “Scegli Tu”

    470

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BambiniPillola anticoncezionalePrimo PianoSalute DonnaSanità
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI