Contraccezione: non tutte le spirali sono uguali

Contraccezione: non tutte le spirali sono uguali

Le spirali contraccettive differiscono fra di esse, ci sono anche quelle trattate farmacologicamente

da in Contraccezione, News Salute, Salute Donna, Dismenorrea
Ultimo aggiornamento:

    Non è per nulla vero che una spirale anticoncezionale vale un’altra, perché anche in questo campo i progressi sono notevoli e le vecchie spirali che, tuttavia esistono attualmente, essendo costituite in rame a volte davano fenomeni avversi, quali dolori mestruali durante il ciclo, così come, sovente, sono causa di flussi ematici durante le mestruazioni più abbondanti e di più lunga durata.

    Le nuove spirali invece, inutile dire qualora vengano consigliati dal medico specialista, hanno una caratteristica in più, detengono un ormone sintetico a lento rilascio, il levonorgestrel, con la caratteristica di opporsi a tutti quei disagi afferenti a cicli mestruali particolarmente lunghi e dolorosi.

    Ciò non dovrà far pensare, tuttavia, che qualora ci si sottoponga ad un impianto di spirale della generazione antecedente a quella “trattata” con farmaci, fatto che potrebbe essere dovuto a causa di un’allergia o qualsiasi altro fattore valutato dal ginecologo che ne sconsiglia l’utilizzo, non sia possibile mitigare gli effetti fastidiosi del contraccettivo, come quelli richiamati, oppure non si sia in grado di opporsi a quelle mestruazioni eccessivamente lunghe e dolorose perché, ciò che già si sapeva è stato ulteriormente confermato da uno studio scientifico della Cochrane Collaboration che ha analizzato 15 studi effettuati in ben dieci Paesi del mondo concludendo che i fans, ovvero i farmaci antinfiammatori non steroidei, sono i migliori ad opporsi all’abbondanza del flusso mestruale, compresi i sintomi più rilevati e fastidiosi, come l’eccessiva lunghezza temporale del flusso ed la dismenorrea, ovvero il dolore mestruale.

    Non v’è indicazione sulla classe né sul principio attivo del fans da utilizzare, ma una cosa è certa, questa potrebbe rivelarsi la soluzione più semplice e a più a buon mercato da applicarsi quando vi siano irregolarità mestruali o nel caso in cui la spirale desse problemi connesse col ciclo stesso.

    L’indicazione però che si dovrà seguire è quella secondo la quale sia il medico a consigliare e prescrivere l’antinfiammatorio, ciò per via di quegli effetti collaterali di cui, neanche i fans sono esenti.

    374

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ContraccezioneNews SaluteSalute DonnaDismenorrea
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI