NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Connettivite indifferenziata: sintomi, cause, cura e alimentazione

Connettivite indifferenziata: sintomi, cause, cura e alimentazione

La connettivite indifferenziata è una malattia autoimmune di cui non si conoscono le cause scatenanti

da in Infiammazioni, Malattie, Malattie autoimmuni
Ultimo aggiornamento:

    Medico3

    Cos’è la connettivite indifferenziata? Quali sono i sintomi, le cause, la cura e l’alimentazione consigliata? Le connettiviti sono un gruppo eterogeneo di malattie autoimmuni sistemiche croniche, cioè di patologie dovute ad un’alterata risposta del sistema immunitario che si attiva contro i tessuti e gli apparati dell’organismo stesso. In questi casi è presente una risposta infiammatoria analoga a quella che si avrebbe durante un’infezione: aumentano la VES e/o la PCR, compare la febbre ed un senso di malessere generale. In pratica, il sistema immunitario attacca gli organi del corpo stesso creando ciò che viene definito come perdita della tolleranza immunologica.

    Le connettiviti si definiscono sistemiche perché sono in grado di colpire qualsiasi organo o tessuto e per questo vengono anche definite malattie autoimmuni non-organo specifiche. Il termine connettivite, infatti, richiama un processo infiammatorio del tessuto connettivo che è presente in quasi tutti gli organi. La connettivite indifferenziata rappresenta circa il 50% di tutte le connettiviti, ha esordio per lo più fra i 20 e i 30 anni, ma sono segnalati casi anche in anziani e bambini. Nelle tabelle di valutazione dell’invalidità civile non vi è una voce specifica per questa malattia, ma si procede per analogia ad altre voci tabellate.
    Sintomi e cause
    Le principali manifestazioni cliniche per formulare una diagnosi di connettivite indifferenziata sono il fenomeno di Rainaud, artrite non erosiva con dolore e tumefazione in particolare delle articolazioni delle mani e dei polsi e con impaccio funzionale al risveglio, edema delle mani, dolori articolari e muscolari, fotosensibilità, secchezza oculare e orale. Inoltre, deve essere presente positività degli ANA (anticorpi anti nucleo diretti contro molecole presenti nei nuclei cellulari). In presenza di questa malattia è possibile riscontrare esami bioumorali alterati: elevazioni degli indici di flogosi (soprattutto la VES), riduzione dei globuli bianchi, anemia. Non si conoscono le cause per cui si sviluppano le connettiviti, ma è probabile che debbano essere contemporaneamente presenti diversi fattori, in parte ereditari o famigliari e in parte ambientali (come ad esempio certi tipi di infezioni virali, l’esposizione ai raggi ultravioletti del sole, alle polveri di silicio l’esposizione a determinati farmaci).
    Cura e alimentazione
    La connettivite indifferenziata può rimanere tale, oppure evolvere in altre patologie per esempio in sclerodermia o in connettivite mista, ma anche in artrite reumatoide o in altre malattie autoimmuni come il lupus, manifestando quindi le caratteristiche cliniche di queste forme.

    Questo avviene in circa il 30% dei casi, in particolare nei primi due anni. Non esistono protocolli terapeutici specifici per la connettivite indifferenziata, la terapia è sostanzialmente quella usata nelle forme lievi delle varie connettiviti. In particolare, si utilizzano gli antinfiammatori non steroidi e/o i cortisonici a basso dosaggio per i sintomi muscolo scheletrici, i cortisonici topici per le manifestazioni cutanee, altri farmaci sintomatici in relazione alla clinica presentata dal paziente. E’ importante evitare l’esposizione ai raggi UV pericolosi per la pelle e in grado di riattivare la malattia. Inoltre, è consigliata una dieta basata su un corretto abbinamento di carboidrati e proteine, prediligendo il consumo di cereali integrali, frutta e verdura e alimenti ricchi di vitamine. Molto importante è, inoltre, praticare sport e attività fisica con regolarità.

    630

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN InfiammazioniMalattieMalattie autoimmuni
    PIÙ POPOLARI