NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Condropatia rotulea: sintomi, terapia e intervento

Condropatia rotulea: sintomi, terapia e intervento

La condropatia rotulea è causata dall’erosione della cartilagine del ginocchio

da in Articolazioni, Ossa, Arti inferiori, Ortopedia
Ultimo aggiornamento:

    condropatia rotulea sintomi terapia intervento

    La condropatia rotulea è una malattia che interessa il tessuto cartilagineo che si trova intorno all’osso. La cartilagine del ginocchio, che ha il compito di ammortizzare le forze esercitate sull’articolazione, non riesce più a svolgere la sua funzione. Ecco perché compaiono alcuni sintomi caratteristici, come il dolore intorno alla rotula, una sensazione di scricchiolio e il gonfiore. Per risolvere il problema è necessaria un’apposita terapia con esercizi mirati. In altri casi potrebbe essere utile sottoporsi ad un intervento.

    I sintomi

    Per quanto riguarda i sintomi della condropatia rotulea, si deve specificare che a volte la patologia può essere asintomatica. E’ una malattia che tende a colpire soprattutto gli sportivi e in particolare chi pratica la corsa. Si avverte una sensazione di dolore davanti o intorno alla rotula.

    In genere questa sensazione dolorosa compare quando si salgono le scale o quando si sta inginocchiati o seduti troppo a lungo, tenendo le ginocchia piegate. Il soggetto può avvertire uno scricchiolio nel momento in cui distende le ginocchia. Il ginocchio può essere interessato da un certo gonfiore.

    Nello specifico si parla anche di sindrome femoro-rotulea, detta anche “ginocchio del corridore”. Può essere causata da traumi, sovraccarichi o alterazioni delle ossa.

    La terapia

    La terapia per la condropatia rotulea consiste nel ricorso a degli esercizi appositi, che rientrano nell’ambito della fisioterapia. Nella fase acuta della malattia si sta a riposo e poi si può indossare un tutore, che ha il compito di mantenere centrata la rotula.

    Si può intervenire anche con la magnetoterapia e un programma di allenamento per allungare e rinforzare i muscoli.

    Mediante la crioterapia si riducono il dolore e l’infiammazione.

    Per ciò che concerne lo sport che si può praticare, un’utilità importante può essere dettata dal nuoto o dal ciclismo. Potrebbero essere necessarie delle infiltrazioni di acido ialuronico.

    Gli esercizi da praticare possono consistere nello squat, nella contrazione del quadricipite con un cuscino sotto al ginocchio o, in piedi su uno scalino, attraverso la discesa della gamba.

    Teniamo presente che, in termini di tempi di recupero, ci vogliono circa due mesi per eliminare il dolore. Bastano invece due settimane di fisioterapia per tornare alla consueta attività quotidiana.

    L’intervento

    L’intervento per la condropatia rotulea può essere considerato uno dei tipici nel campo dell’ortopedia. Non è necessario sempre, ma soltanto nei casi più complessi. L’operazione, alla quale deve seguire una riabilitazione, ha come obiettivo quello di mirare al recupero della funzionalità della cartilagine.

    In particolare la chirurgia viene impiegata nel caso in cui si abbia la lussazione della rotula. In genere si utilizza il trattamento chirurgico effettuato per mezzo dell’artroscopia. Si prende in considerazione una sezione del legamento esterno e si procede a suturare la capsula mediale.

    Soltanto in rari casi si procede con la trasposizione dell’inserzione del tendine rotuleo, una procedura piuttosto invasiva.

    597

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArticolazioniOssaArti inferioriOrtopedia
    PIÙ POPOLARI