Comportamento: karate terapeutico

Comportamento: karate terapeutico

La pratica del karate si rivela utile in termini terapeutici per i bambini affetti da iperattività o da disturbo oppositivo-provocatorio

da in Aggressività, Bambini, Benessere, Cervello, Comportamento, Psicologia
Ultimo aggiornamento:

    aggressività

    Il comportamento dei bambini affetti da disturbo oppositivo-provocatorio è spesso molto difficile da gestire, perché molte volte essi manifestano specialmente nei confronti degli adulti atteggiamenti dettati da rabbia e improntati all’irritabilità e alla provocazione. Per questi bambini potrebbe rivelarsi molto utile la pratica del karate. Lo ha messo in evidenza una ricerca pubblicata su “International Journal of Offender Therapy and Comparative Criminology”.

    Lo studio ha mostrato la validità del karate nel determinare effetti positivi nella cura dell’iperattività o dei disturbi del comportamento. La ricerca ha preso in esame 16 bambini con disturbo oppositivo-provocatorio, i quali sono stati divisi in due gruppi. Il primo gruppo non è stato sottoposto a nessun trattamento.

    I bambini del secondo gruppo hanno invece frequentato per dieci mesi un corso di karate.

    Proprio questi ultimi bambini hanno manifestato nei mesi a seguire un comportamento che si caratterizzava per un miglioramento evidente in termini di intensità, di adattabilità e di capacità di regolare la propria emotività. Tutto ciò era un segnale chiaro dell’influenza positiva esercitata dalla pratica del karate.

    Le arti marziali sono uno strumento veramente utile per contrastare l’aggressività e le frustrazioni che ci attanagliano nella vita quotidiana. Questo è possibile grazie alla plasticità del nostro cervello, in grado di riadattare la sua struttura e il suo funzionamento in base alle esperienze alle quali ci sottoponiamo. Un grande strumento di adattamento che ci permette di prenderci cura del nostro benessere attraverso l’intervento diretto sul nostro stile di vita.

    Immagine tratta da: www.worldcka.org

    309

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AggressivitàBambiniBenessereCervelloComportamentoPsicologia
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI