by

Come donare il sangue: dove andare e requisiti

Martedì 20/01/2015 da Valeria G. in Sangue

    come donare il sangue dove andare requisiti

    Come donare il sangue? Dove andare e quali sono i requisiti? Chiunque sia in buone condizioni di salute e abbia un’età compresa fra i 18 e i 65 anni e un peso corporeo maggiore di 50 chili può svolgere un vero e proprio atto di responsabilità nei confronti degli altri e nei confronti di se stessi. Se si hanno alcune patologie, come le malattie infettive, l’epatite virale, l’aids o la sifilide, ci si deve assolutamente astenere, perché possono essere trasmesse dal donatore al ricevente. I comportamenti a rischio, che possono determinare l’insorgenza di queste patologie, rappresentano delle controindicazioni per la donazione.

    Come donare

    Il prelievo di sangue non dura più di 10 minuti e consiste nella raccolta di una certa quantità di sangue attraverso l’utilizzo di materiale sterile e monouso. Il personale è costituito da medici ed infermieri professionali, che sono disponibili a qualsiasi informazione. I prelievi si effettuano ad intervalli non inferiori ai 90 giorni (per la donazione di sangue intero). Gli uomini possono donare 4 volte l’anno e le donne in età fertile 2 volte. La mattina ci si deve presentare a digiuno ed è assolutamente vietato ingerire latte e cibi solidi. I donatori di sangue che hanno un rapporto di lavoro dipendente hanno il diritto ad astenersi dall’attività lavorativa per l’intera giornata, conservando la loro consueta retribuzione.

    Ci sono delle tappe specifiche che si devono seguire per donare il sangue. La prima consiste nella registrazione: il medico richiede un documento di riconoscimento, inserisce i dati del donatore nella banca dati del sistema trasfusionale e aiuta a compilare un questionario. Prima di ogni donazione viene effettuata una visita di idoneità e vengono prelevati alcuni campioni di sangue necessari allo svolgimento di test. Poi avviene il prelievo di sangue vero e proprio, in completa sicurezza. Dopo la donazione, viene offerta una colazione.

    I requisiti

    Per donare il sangue bisogna essere in possesso di alcuni importanti requisiti. Bisogna avere un’età compresa tra i 18 e i 65 anni.

    Il proprio peso corporeo non deve essere inferiore ai 50 kg, la pressione arteriosa massima deve essere compresa tra 110 e 180 mmhg e la minima compresa tra i 50 e i 100 mmhg. Il polso arterioso ritmico deve essere compreso tra i 50 e i 100 battiti al minuto, non si deve essere affetti da patologie croniche, alterazioni del fegato e del cuore; non si deve essere nella condizione di trasmettere patologie infettive, come aids ed epatiti, e non ci si deve trovare nella situazione di avere comportamenti a rischio per queste ultime.

    Chi non può donare

    Non può donare il sangue chi ha contratto anche in passato un’epatite virale C o B, chi fa uso di sostanze stupefacenti, chi abusa di bevande alcoliche, chi soffre di patologie cardiovascolari. Inoltre la donazione è controindicata in gravidanza e durante l’allattamento. Nei periodi di assunzione di farmaci o di interventi chirurgici e in caso si sia soggiornati in Paesi tropicali c’è una sospensione che varia a seconda della nazione e delle profilassi effettuate. Non può donare nemmeno chi è affetto da malattie infettive e chi ha comportamenti a rischio che possono facilitare l’insorgere di queste patologie.

    I tipi diversi di donazione

    La forma di donazione più frequente è costituita dal sangue intero, che permette di prelevare tutte le sue componenti: globuli rossi, globuli bianchi e piastrine, che poi vengono separati. C’è pure la donazione in aferesi, che permette di prelevare un solo componente del sangue attraverso un macchinario che separa le cellule. Quando si prelevano due componenti contemporaneamente, ci si trova nel caso della donazione multicomponent. Di solito questo tipo di donazione è proposto a persone che hanno già avuto esperienze di donazione di sangue in passato. Si rispettano intervalli differenti rispetto alla donazione del sangue intero.

    Dove andare

    Si può donare presso le unità di raccolta gestite dalle associazioni, fra le quali possiamo ricordare AVIS, Croce Rossa Italiana, FIDAS e Fratres, oppure ci si può recare presso le strutture trasfusionali degli ospedali. Si possono prenotare i tipi di donazione direttamente presso il centro trasfusionale o attraverso le associazioni, consultando gli appositi siti internet, anche per reperire informazioni utili riguardo alla collocazione dei punti di raccolta e agli orari.

    SCRITTO DA Valeria G. PUBBLICATO IN Sangue Martedì 20/01/2015