Come curare mal di testa e dolori con l’acqua di zenzero

da , il

    Acqua di zenzero

    Come curare il mal di testa e i dolori con l’acqua di zenzero? La radice di zenzero vanta proprietà antinfiammatorie, analgesiche, calmanti e antiossidanti, che la rendono un’alleata preziosa per la salute dell’organismo. Lo zenzero è una pianta aromatica utilizzata sin dai tempi più antichi, proprio per le note proprietà benefiche e medicinali che la contraddistinguono, ma anche per le molte ricette in cui è possibile utilizzarla in cucina: per l’esattezza, si tratta di un tubero dal gusto piccante, particolarmente amato in tutto il mondo per il suo sapore caratteristico. Ma come curare emicranie, disturbi e dolori con l’acqua di zenzero? Scopriamo di più in merito.

    Le proprietà nutrizionali

    Calorie 100 grammiCarboidratiGrassiProteineZuccheri
    80 kcal18 g0,8 g1,8 g1,7 g

    Le proprietà nutrizionali della radice di zenzero sono molteplici: questo prezioso ingrediente contiene, infatti, diversi principi nutritivi, in grado di combattere diverse patologie e proteggere, quindi, l’organismo. Lo zenzero contiene sostanze come il limonene, la citronella e il gingerolo: quest’ultimo, soprattutto, è il più importante, perché fornisce un sapore piccante e regala un effetto antinfiammatorio, antiossidante e analgesico benefico per il corpo. Inoltre, lo zenzero contiene le vitamine del complesso B, la vitamina C e sali minerali, come calcio, fosforo, alluminio e cromo. Oltre a ciò, è povero di calorie e sono presenti amminoacidi – come la niacina e il triptofano – acido linoleico ed enzimi, come zingibaina e proteasi.

    Le proprietà curative

    Lo zenzero rappresenta, dunque, un aiuto per il trattamento di patologie come artrite reumatoide – possibile da prevenire con alcuni alimenti - artrosi, cefalee, emicranie, tensione associata a stati di stress e altri disturbi infiammatori cronici: in special modo, parliamo dei benefici regalati dall’acqua di zenzero. L’acqua di zenzero è una bevanda curativa, in grado di concentrare i benefici di questa pianta aromatica con quelli del limone e del miele: è stato, infatti, dimostrato come questa bevanda sia in grado di contrastare gli effetti della prostaglandina, una sostanza causa di emicrania e di un’infiammazione ai vasi sanguigni nel cervello. Ma le proprietà curative dell’acqua di zenzero non finiscono qui: questo tipo di acqua rappresenta anche un ottimo tonico digestivo, in grado di donare sollievo in caso di disturbi gastrointestinali – come indigestione, dolori e gas – e di stimolare la circolazione sanguigna, contrastando la formazione di vene varicose. L’acqua di zenzero è, inoltre, uno dei rimedi naturali da utilizzare contro i dolori muscolari e articolari e per accelerare il metabolismo e perdere peso più facilmente.

    La ricetta

    Ma qual è la ricetta da seguire per l’acqua di zenzero? La preparazione di questa bevanda idratante include ingredienti facili da reperire, ovvero 5 cucchiai di zenzero fresco – circa 50 grammi – 3 tazze d’acqua – 750 millilitri – il succo di mezzo limone e due cucchiai di miele biologico. Come procedere? Lavate bene e grattugiate la radice di zenzero da aggiungere all’acqua portata ad ebollizione, che andrà tenuta a fuoco basso per circa due minuti. Una volta fatto ciò, spegnete e spremete il succo di mezzo limone – frutto dai diversi usi - aggiungendo anche il miele biologico. Potete assumere questo infuso sia tiepido che freddo, nella quantità di circa due o tre tazze al giorno.

    Le controindicazioni

    Infine, esistono delle controindicazioni da tenere presenti: l’acqua di zenzero vanta, infatti, molti benefici, ma può avere anche degli effetti collaterali da tenere in considerazione in alcuni casi. Qualche esempio? È meglio evitarla in caso di coliti, morbo di Crohn, ulcere duodenali e gravidanza, quando potrebbe interferire con la formazione ormonale del feto. Lo zenzero può, inoltre, interferire con l’assunzione di alcuni farmaci, come quelli per il diabete o il sistema circolatorio. Il consiglio è, quindi, quello di consultare il proprio medico prima di procedere con l’assunzione dell’acqua di zenzero e, in ogni caso, non esagerare con le dosi da assumere.