by

Come curare la sinusite

Sabato 28/03/2009 da Giuliano in FANS, Farmaci, Malattie, Primo Piano, sinusite

    Cure sinusite

    Ultimamente in tema di sinusite si sono aperte diverse scuole di pensiero riguardo il trattamento terapeutico della patologia, senza tirare in ballo i “rimedi della nonna”, che però per le forme lievi possono essere anche efficaci, c’è chi vorrebbe un trattamento per l’infiammazione includendo alcuni classi di farmaci, altri che invece tracciano linee terapeutiche escludendoli, tuttavia potendo addivenire entrambe le scuole più o meno allo stesso benefico risultato.

    Cominciamo tuttavia col dire che la sinusite può coinvolgere uno o più seni paranasali e originare generalmente a livello del naso, ciò non toglie, tuttavia, che sono note anche cause di origine allergica, ne vanno soprattutto incontro i bambini, ma anche traumatiche fino ai problemi dentari.

    Ne consegue che nel trattamento della sinusite il medico indagherà sulle eventuali altre cause che abbiano determinato il problema, dopodichè l’indagine andrà fatta sugli eventuali agenti patogeni che abbiano determinato la malattia, per lo più rappresentati da batteri.

    I sintomi

    Tuttavia, poiché il paziente affetto da sinusite si presenta con spiccata dolorabilità a livello dei seni paranasali, accompagnate da ostruzione nasale, a volte purulenta, rinite, febbre, cefalea, per giungere, talora, alla perdita totale o parziale della percezione degli odori, la terapia andrà orientata non solo verso la soluzione del problema di fondo rappresentato dalla malattia ma anche cercando di limitare al minimo i sintomi, contrastandoli efficacemente, soprattutto quando questi diventino davvero penosi per il paziente.

    Curare la sinusite

    Ne consegue che il medico propenderà per un trattamento a base di antibiotici che dovrà proseguire per almeno una settimana dalla cessazione dei sintomi, a questo si aggiungeranno farmaci antinfiammatori e/o analgesici ( FANS ) per ridurre il dolore e la stessa infiammazione, proseguendo con sostanze farmacologiche atte a decongestionare il naso, senza tuttavia mai eccedere con queste sostanze.


    Gli esami radiografici, prima e dopo il trattamento farmacologico, seguito dall’esame obiettivo del paziente coi suoi sintomi, sono di supporto per la diagnosi e per constatare lo stato o meno di remissione della patologia.

    SCRITTO DA Giuliano PUBBLICATO IN FANSFarmaciMalattiePrimo Pianosinusite Sabato 28/03/2009