Come curare l’artrosi

Come curare l’artrosi

Nell'artrosi un primo trattamento contempla la possibilità di risparmiare il più possibile l’articolazione limitandone l’uso e gradualmente educando il paziente ad un utilizzo corretto di tale articolazione

da in Artrosi, Cortisone, Farmaci, Malattie
Ultimo aggiornamento:

    Ginnastica per artrosi dell’anca

    Siamo ancora lontani dal detenere una cura certa in fatto di benefici ottenuti nella cura dell’artrosi visto che ancora non è del tutto chiara l’eziologia dell’affezione e anche perché, la sintomatologia dell’artrosi è spesso messa in evidenza con la zona ossea interessata dal fenomeno. Premesso ciò, vediamo qual è il trattamento generale dell’artrosi, soprattutto finalizzato al trattamento sintomatico più volto al controllo del dolore in tutte le sue manifestazioni accompagnato pur sempre da analogo controllo di quelle manifestazioni flogistiche.

    Un primo trattamento contempla la possibilità di risparmiare il più possibile l’articolazione limitandone l’uso e gradualmente educando il paziente ad un utilizzo corretto di tale articolazione.

    Una seconda fase che spesso può essere sovrapposta alla prima, tiene conto dell’assunzione di farmaci analgesici e antiflogistici con la duplice funzione di limitare l’infiammazione ed il dolore.

    A seconda della localizzazione dell’artrosi, il trattamento andrà orientato di volta in volta; ad esempio, nell’artrosi dell’anca che privilegia per lo più il sesso femminile, la somministrazione di Fans riesce a controllare il sintomo inducendo anche una remissione del dolore ed al contempo riduce il fatto infiammatorio.

    A tale terapia è consigliabile associare, soprattutto nell’acuto, esercizi fisici che mantengano al meglio il tono muscolare, ciò in attesa dell’intervento chirurgico risolutore. La prevenzione, comunque, dell’artrosi dell’anca risulta quanto mai utile.


    Dibattuta anche la necessità di sottoporre a terapia cortisonica il paziente affetto da artrosi dell’anca perché se è vero che da un lato tende a “spegnere “ l’infiammazione, dall’altro partecipa ad un rapido deterioramento articolare fino ad assistere, eventualmente a causa dell’uso incongruo di tali sostanze, a veri e propri fenomeni di cosiddetta osteonecrosi.

    Artrosi del ginocchio

    Nell’artrosi del ginocchio, in aggiunta alla terapia antiflogistica e antidolorifica, trova applicazione una terapia a base di infiltrazione di cortisone retard, per un duplice motivo, la via accessibile di somministrazione da un lato, gli scarsi effetti collaterali, dall’altro.

    Anche la roentgenterapia potrebbe dare benefici apprezzabili; possibilità proteiche, con ovvio intervento chirurgico ortopedico, possono essere contemplate di volta in volta col paziente.

    Altri trattamenti

    Trattamento a base di complessi vitaminici del Gruppo B, compresa la vitamina C, dimostrano scarsa efficacia, per non parlare dell’utilizzo di gangliosidi e acido ialuronico intrarticolare, dimostratesi quasi sicuramente inefficace o quasi!

    460

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ArtrosiCortisoneFarmaciMalattie
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI