Come curare il mal di schiena senza farmaci

da , il

    Come curare il mal di schiena senza farmaci

    Come curare il mal di schiena senza farmaci? I fastidiosi dolori che colpiscono la parte alta e quella bassa della schiena, dalla zona lombare alle spalle, fino alla zona cervicale, sono causati spesso da sforzi fisici, stress e posizioni scorrette, ma sono spesso, essi stessi, alla base di posture sbagliate. Più la schiena fa male infatti, e più si è portati ad assumere posizioni errate per sentire meno dolore. Questo tipo di dolori sono in genere acuti ma temporanei. Esistono dei rimedi fai da te, veloci e capaci di intervenire sui sintomi delle lombalgie. Scopriamo le soluzioni valide per questo problema.

    Migliorare la flessibilità della schiena

    Nella maggior parte dei casi una schiena dolorante è conseguenza della rigidità muscolare, un problema molto comune che non rappresenta una patologia, ma può essere causa di continue posizioni scorrette. Infatti, più la muscolatura è rigida, più la postura tende ad essere scorretta peggiorando ulteriormente la contrattura.

    I soggetti più colpiti sono quelli che svolgono lavori sedentari o chi pratica eccessivi sforzi fisici.

    In questi casi il rimedio per alleviare il mal di schiena consiste nel migliorare la flessibilità dei muscoli e, di conseguenza, la postura.

    Ecco come fare:

    • eseguire una respirazione diaframmatica: inspirando dal naso, contraendo l’addome, ed espirando dalla bocca rilasciando la pancia, senza alzare spalle e torace
    • praticare corsi di yoga o pilates per conoscere i migliori esercizi di flessibilità
    • riscaldare i muscoli con dello stretching prima di ogni sforzo o esercizio fisico
    • prestare attenzione a come ci si siede o si sta in piedi, e migliorare sempre la posizione

    Migliorare la postura durante le ore di lavoro

    Le postazioni di lavoro, da ufficio o da studio, raramente vengono studiate pensando al benessere continuo di schiena e collo e purtroppo spesso il dolore alla schiena è un sintomo talmente frequente da essere trascurato da chi passa lunghe ore seduto ad una scrivania.

    Per evitare di continuare a tenere posture scorrette, e persistere in posizioni scorrette, è necessario creare una postazione di lavoro quanto più ergonomica possibile per prevenire e alleviare il mal di schiena.

    Per fare questo basterà:

    • tenere il monitor ad altezza occhi, o poco più sotto, per non chinare la testa in avanti e irrigidire la zona cervicale;
    • scegliere una sedia ad altezza regolabile, che non sia eccessivamente comoda in modo da non indurre posizioni poco consone; meglio se provvista di poggia ginocchia;
    • mantenere i gomiti e le braccia sul piano di lavoro, assicurandosi che siano ben supportati.

    Praticare il rilassamento muscolare progressivo

    Anche lo stress psicofisico è una delle principali cause del mal di schiena. Questo si può manifestare in conseguenza a tensioni a lavoro o in famiglia. In questo caso, la terapia di rilassamento muscolare progressivo può venire in aiuto del dolore attraverso esercizi che alternano la contrazione e il rilassamento di alcuni gruppi di muscoli. Questa tecnica è in grado di sciogliere velocemente le tensioni muscolari donando rapido sollievo.

    Esempi per praticare nel modo corretto il rilassamento muscolare progressivo della schiena possono essere:

    • spingere le spalle verso il basso, mantenendo la contrazione per 5 secondi, e poi rilasciare
    • tirare in alto le spalle e incassare la testa al loro interno, rilasciando sempre dopo pochi minuti, questo esercizio è utile per rilassare la zona cervicale
    • contrarre i muscoli addominali finché è possibile, ritraendo indietro la pancia e poi rilasciandola, questo esercizio è invece utile per alleviare il dolore nella zona lombare.

    Applicare il calore

    È una pratica piuttosto comune quella di applicare del calore sulla schiena dolorante. La termoterapia agevola, infatti, la vasodilatazione e il successivo aumento di flusso sanguigno nelle regioni colpite dal dolore e dalle infiammazioni, favorendo un aumentato apporto di ossigeno in grado di distendere i muscoli. Un’applicazione costante e prolungata del calore sulle fasce muscolari della schiena, può quindi essere utile per alleviare le contratture e le varie tensioni in atto, affinché ciò avvenga però è necessario che la temperatura sia di circa 40°C, solo a questo livello infatti la temperatura può essere definita terapeutica e può quindi produrre i benefici auspicati.

    Per testare i vantaggi della terapia del calore, clicca qui.

    Foam Roller per alleviare i dolori

    Il foam roller è un attrezzo di gomma, a forma di lungo rullo, in grado di ridurre l’indolenzimento muscolare. Il suo utilizzo prevede di sdraiarsi supini sul foam roller e farlo scorrere sotto la schiena grazie alla spinta delle gambe. In questo modo il movimento agirà come un profondo ed efficace massaggio, dal collo fino alla zona lombare. Ideale a fine giornata per ridare benessere alla schiena affaticata, ma ottimo anche in caso di contratture per alleviare il dolore.

    L’agopuntura

    Ormai da diverso tempo, il mal di schiena viene curato con l’agopuntura. L’agopuntura viene considerata da molti esperti un’alternativa ai farmaci, ma anche un loro valido alleato. Eseguita da un agopuntore professionista, prevede l’inserimento di sottili e flessibili aghi in punti specifici del corpo, a seconda del problema da curare. Questi incidono sui diversi organi per riportare l’equilibrio energetico, non tenendo conto solo di sintomi e cause, ma valutando anche il benessere psichico della persona in questione.

    Idratare l’organismo ogni giorno

    Una corretta idratazione è importante per mantenere il benessere muscolare, pertanto è consigliato mantenere il proprio organismo sempre ben idratato bevendo minimo 8 bicchieri di acqua al giorno, lontano dai pasti.

    Eliminare i chili in eccesso

    L’obesità e il sovrappeso sono, spesso, alla base di numerose problematiche di salute, come ad esempio problemi articolari e ossei, malattie cardiovascolari, e non meno importante il mal di schiena. I chili in eccesso, infatti, sovraccaricano la colonna vertebrale causando contratture ed infiammazioni che si traducono nel classico dolore alla schiena. Chi è in sovrappeso e soffre di mal di schiena deve quindi prendere in considerazione l’importanza di ridurre il proprio peso con apposite diete ed esercizio fisico, per migliorare il benessere di tutto l’organismo e della schiena.