NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Come coltivare la verbena

Come coltivare la verbena
da in Rimedi naturali
Ultimo aggiornamento:

    Verbena

    Come coltivare la verbena? La verbena è una pianta da fiore che può essere coltivata in casa sia in vaso in balcone che in piena terra in giardino. Esistono diverse specie di verbena, che possono essere sia annuali che perenni: a tal proposito, in Italia, è possibile coltivarle solo come annuali perché queste non sopportano il gelo invernale. Le verbene sono delle ottime piante per chi ama i rimedi naturali: si tratta, infatti, di una pianta che vanta molteplici proprietà benefiche per la salute dell’organismo e che può essere consumata come tisana. Perché, quindi, non averla sempre a disposizione? Ecco alcuni utili consigli in merito alla coltivazione della verbena.

    Per coltivare la verbena – dalle molte proprietà terapeutiche - è necessario stabilire la giusta posizione, in modo tale da favorirne la crescita. La pianta dovrà essere riposta in pieno sole o, al massimo, in un luogo che sia semi-soleggiato o a mezz’ombra: la temperatura ideale si aggira tra i 15 ed i 25 gradi centigradi. Per quanto riguarda il terreno, questo dovrà essere fertile e mantenuto sempre umido.

    Come detto prima, il terreno in cui coltivare la verbena dovrà essere mantenuto umido e innaffiato regolarmente. Prestate, però, attenzione ai ristagni idrici, che dovranno essere assolutamente evitati. Durante l’estate, la quantità di acqua da fornire alla pianta dovrà essere maggiore: durante il periodo estivo, innaffiate la pianta preferibilmente la sera tardi, in quanto i colpi di siccità possono provocare la perdita dei boccioli. L’acqua dovrà essere a temperatura ambiente.

    Anche la concimazione del terreno è importante e non va trascurata. Inoltre, se le foglie della verbena – ottime per delle tisane rilassanti - tendono a diventare gialle e per migliorare anche la colorazione dei fiori, potete aggiungere – all’acqua dell’irrigazione – del ferro chelato e dei microelementi come il magnesio. Ovviamente, non dimenticate di leggere attentamente le dosi indicate sull’etichetta in questione.

    Il periodo adatto alla coltivazione è quello che va da aprile a maggio. Non dimenticate, inoltre, che la verbena non sopporta il freddo, per cui ricordate di realizzare un’adeguata protezione, proteggendola con uno strato di sabbia, di paglia e di foglie. L’opzione migliore è, comunque, quella di ritirare le piante ad ottobre e rimetterle fuori ad aprile.

    In primavera, inoltre, potrete effettuare il rinvaso all’interno di vasi grandi circa 15-20 centimetri, utilizzando della torba, della terra e della sabbia. Anche la potatura non va trascurata: tagliate le infiorescenze appassite, periodicamente, in modo tale da far sviluppare la pianta al meglio. Infine, la propagazione potrà avvenire tra il mese di gennaio e marzo con del terriccio soffice.

    570

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Rimedi naturali
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI