Combattere l’influenza a tavola: serve più vitamina C

Per combattere l’influenza attraverso l’alimentazione, in inverno può essere utile aumentare il consumo di cibi che contengono vitamina C, abbondante soprattutto in alcuni vegetali

da , il

    influenza vitamina c

    L’influenza può essere combattuta anche con una corretta alimentazione. In questo senso non dobbiamo dimenticare l’importante ruolo svolto dalla vitamina C, la cui assunzione in inverno dovrebbe essere aumentata a vantaggio del nostro benessere generale. E’ bene ricordarsi che questo incremento può durare anche per più mesi, in modo da poter contare su una protezione più efficace contro il malessere collegato al raffreddore o all’influenza. La funzione della vitamina C per il nostro organismo è essenziale e il corpo umano non è in grado di autoprodurla.

    Ecco perché si deve provvedere con l’alimentazione ad assumerne le giuste dosi, tenendo conto del fatto che in certe condizioni si ha un maggiore bisogno di vitamina C. E’ il caso per esempio dei fumatori, di chi usa la pillola contraccettiva, di chi è affetto da determinate malattie infettive o di chi si è sottoposto ad intervento chirurgico.

    In termini di salute e prevenzione teniamo presente che la vitamina C protegge le ossa, inoltre la vitamina C è utile contro la gotta. In sostanza numerosi sono i benefici che la sostanza in questione è in grado di apportare. Un aiuto dalla vitamina C viene anche contro la sepsi.

    La vitamina C è rintracciabile in diversi vegetali. Fra questi agrumi, peperoni, kiwi, pomodori, cavolfiore, ribes e patate. Nel caso in cui è possibile farlo, meglio evitare di cuocere i cibi e mangiarli crudi, per beneficiare di una maggiore abbondanza di vitamina C.

    Un ottimo rimedio per aumentare le nostre difese immunitarie contro i virus dell’influenza, che quest’anno arriveranno alla fine del 2011, provocando un’epidemia influenzale che raggiungerà il suo apice all’inizio del prossimo anno.