Colori: cromoterapia e energia riflessa

Colori: cromoterapia e energia riflessa

Riflettendo la luce del Sole attraverso un prisma, la si scompone in raggi di luce colorata, fasci dai colori: violetto, blu, azzurro, verde, giallo, arancione e rosso

da in Benessere, Primo Piano, Psicologia, Cromoterapia
Ultimo aggiornamento:

    Spettro_Solare

    Ogni colore ha un effetto sulla psiche e sulla mente delle persone: alcuni colori sono spiccatamente calmanti, altri invece sono eccitanti, alcuni servono per fare innamorare, altri invece fanno innervosire e stimolano altre reazioni. Eppure se il mondo fosse tutto dei colori giusti vivere sarebbe piu’ semplice.

    Serve un po’ di relax e di serenita’? Vanno bene il rosa e il verde, ma il verde porta alla noia e al sonno, mentre il rosa puo’ peggiorare gli stati di depressione; per la carica? Il giallo e l’arancione, anche se il primo causa anche il nervosismo e il secondo stimola eccezionalmente l’appetito. Ma lo sapevate a proposito che un ambiente con i colori del metallo porta a mangiare meno cibo rispetto a un ambiente con i colori provenzali?

    Ma procediamo: ogni colore porta con se’ uno spettro e in quanto tale una carica di energia: se l’energia e’ piu’ di quella della persona serve per stimolare, se e’ in uno spettro inferiore invece scarica, il principio e’ piuttosto semplice.

    Studi paramedici tendono ad attribuire ai colori dei poteri curativi: e’ in quel caso che si parla di cromoterapia, quando la reazione intracellulare dei colori porta dei reali benefici al soggetto che e’ malato di qualche patologia, specie nervosa.

    L’occhio umano non li vede tutti, i colori, si ferma allo spettro del viola e riprende dal rosso, il resto e’ bianco o nero.

    Il nero e’ invece il vuoto, assenza di energia, mentre il bianco e’ la comprensione dell’infinito, da cui l’uso a definire (anche se l’interpretazione e’ pagana) il classico dell’inferno nero e del paradiso luminoso, per dare l’idea del fatto che l’origine della cromoterapia e’ ben radicata nella nostra cultura.

    Riflettendo la luce del Sole attraverso un prisma, la si scompone in raggi di luce colorata, fasci dai colori: violetto, blu, azzurro, verde, giallo, arancione e rosso. In mezzo a essi delle righe scure corrispondono agli elementi chimici presenti nell’atmosfera solare allo stato gassoso, che viaggiano su diverse frequenze e non sono visti dai nostri occhi.

    Lo spettro e’ stato scoperto da Fraunhofer all’inizio dell’800 e ogni riga emette un colore che oltre a una frequenza ha una temperatura riflettente.

    Foto da http://www.cromoterapia.com

    449

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenesserePrimo PianoPsicologiaCromoterapia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI