Colesterolo: combatterlo con un fungo e con un fiore

Colesterolo: combatterlo con un fungo e con un fiore

Il fungo del riso rosso cinese e una sostanza estratta dalla peonia canadese sarebbero in grado di combattere in modo naturale l’eccesso di colesterolo nel sangue

da in Benessere, Colesterolo, Fegato, Malattie, News Salute
Ultimo aggiornamento:

    funghi

    Il colesterolo può essere combattuto anche con prodotti di derivazione naturale, che ci risparmiano il ricorso a farmaci specifici. Le ultime scoperte scientifiche in questo senso sono molto confortanti e incoraggianti. Avremmo mai pensato che un fungo e un fiore sono capaci di combattere l’ipercolesterolemia?

    Eppure sembra proprio che sia così. Lo ha messo in evidenza Cesare Sirtori, preside della facoltà di Farmacia Dell’Università Statale di Milano. Lo studioso ha reso note le proprietà legate al fungo del riso rosso cinese e ad una sostanza che viene ricavata dalla peonia canadese. Il primo è da molto tempo usato nella produzione di vino di riso ed avrebbe un’importante azione contro il colesterolo grazie ad una sostanza particolare, ossia la monacolina K, che svolgerebbe un ruolo simile a quella delle sostanze contenute nei farmaci che hanno l’obiettivo di abbassare il livello di colesterolo nel sangue.

    La berberina invece, sostanza estratta dalla peonia canadese, sarebbe in grado di fare in modo che il fegato produca la bile.

    Si è scoperto che l’associazione del fungo e della berberina riesce a determinare un effetto salutare, in quanto sarebbe in grado di agire sulle cellule del fegato che captano le lipoproteine ricche di colesterolo. Un valido aiuto insomma contro il colesterolo in eccesso.

    Aprire nuove prospettive sule sostanze naturali in grado di agire contro il colesterolo è molto importante in quanto rappresenta un’opportunità di mettere in atto strategie terapeutiche innovative, in grado di eliminare anche gli effetti collaterali indotti dai farmaci usati abitualmente.

    Immagine tratta da: edio71.splinder.com

    330

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN BenessereColesteroloFegatoMalattieNews Salute
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI