Colesterolo basso: sintomi, conseguenze e rimedi

Colesterolo basso: sintomi, conseguenze e rimedi

Il colesterolo basso non presenta sintomi specifici, però può avere delle conseguenze notevoli, in quanto il colesterolo svolge molte funzioni importanti

da in Colesterolo, Ipercolesterolemia
Ultimo aggiornamento:

    colesterolo basso sintomi conseguenze rimedi

    Non siamo abituati a sentir parlare di colesterolo basso, perché spesso si mette l’accento sulla condizione opposta, l’ipercolesterolemia. Eppure esiste anche l’ipocolesterolemia, che si manifesta quando i livelli di grassi nel sangue sono troppo bassi, precisamente inferiori a 160 mg/dL. Il problema non è molto comune, ma non per questo può essere considerato meno grave. In effetti, anche se non si manifesta con sintomi specifici, le conseguenze per la salute possono essere tante, visto che il colesterolo svolge delle funzioni molto importanti: serve a produrre la bile, protegge le fibre nervose, interviene nella formazione delle membrane cellulari e nella produzione di ormoni e della vitamina D. Tuttavia i rimedi per ovviare al disturbo ci sono.

    I sintomi

    I sintomi del colesterolo basso non risultano evidenti, a differenza di quanto avviene nei casi di ipercolesterolemia. Di conseguenza soltanto delle specifiche analisi del sangue possono indicare di trovarsi in una condizione che comporta dei rischi.

    I livelli di colesterolo bassi possono essere la spia di alcune malattie, come l’ipertiroidismo, la celiachia, le malattie del fegato, le leucemie e alcune forme di tumore.

    E’ un sintomo comune anche fra le persone affette da depressione. Inoltre i valori possono diminuire assumendo alcuni tipi di farmaci, come, per esempio, quelli per abbassare le statine.

    Le conseguenze

    Le conseguenze del colesterolo basso possono essere tante. Infatti non dobbiamo dimenticare tutti i processi in cui il colesterolo interviene.

    Esso è presente nelle membrane cellulari e quindi è fondamentale per la loro integrità fisica e per la loro permeabilità.

    Una certa quantità di colesterolo è coinvolta anche nel processo dell’assorbimento e della digestione dei grassi. Inoltre viene utilizzato dalle ghiandole surrenali, dalle ovaie e dai testicoli per sintetizzare alcuni ormoni molto importanti, come il progesterone, gli estrogeni e gli androgeni.

    Dal colesterolo deriva anche la vitamina D, che è fondamentale per un’adeguata mineralizzazione delle ossa. Da non dimenticare che negli strati superficiali della cute esso impedisce l’evaporazione dell’acqua, conferendo resistenza alla pelle.

    I rimedi

    I rimedi contro il colesterolo basso comprendono una rivisitazione dello stile di vita. In particolare ci si deve concentrare sul fattore della sedentarietà e su quello che riguarda l’alimentazione corretta. Ci deve essere sicuramente un cambiamento delle abitudini alimentari, che possono essere anche accompagnate da un’integrazione con inositolo, che è conosciuto anche come vitamina B7 ed è importante per garantire la disintossicazione del fegato.

    Molto importante è anche mangiare, prima di ogni pasto, un pezzetto di frutta o di verdura non cotte e non condite. Si tratta di un’azione che permette di regolarizzare il metabolismo del colesterolo e si rivela molto efficace soprattutto nei bambini.

    537

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN ColesteroloIpercolesterolemia
     
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI