NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Cocaina: spegnerne la voglia attraverso un interruttore del cervello

Cocaina: spegnerne la voglia attraverso un interruttore del cervello

Uno studio statunitense ha scoperto la presenza di due recettori cannabinoidi , in particolar modo, con la funzione di “accendere” e “spegnere” la voglia di cocaina e droghe in genere

da in Cervello, Cocaina, Dipendenze, News Salute, Primo Piano, Ricerca Medica
Ultimo aggiornamento:

    cocaine spegnerne voglia

    La voglia di cocaina può essere “spenta” attraverso un interruttore presente nel cervello. Questo è il risultato di uno studio statunitense, molto importante, per cercare di combattere la dipendenza e l’abuso di tale droga. Il fine di questi studi è quello di trovare un preciso e specifico obbiettivo da colpire per spegnere del tutto la voglia di assumere delle droghe, come appunto la cocaina.

    La ricerca, che continuerà per ottenere dei risultati ancora più concreti, è stata condotta da un team di studiosi del National Institute on Drug Abuse. Lo studio è stato eseguito sugli animali, dei topolini, nei quali sono stati identificati due recettori cannabinoidi, capaci, rispettivamente, di “accendere” o “spegnere” la voglia di droga. Questi ultimi sono indicati con le sigle Cb1 e Cb2. I ricercatori hanno scoperto che stimolando il recettore Cb2, con determinate sostanze, si spegne la voglia di assumere la droga.

    Mentre la stimolazione del recettore Cb1, aumenta il senso del piacere e della ricompensa, causando la ricaduta, anche dopo un lungo periodo di astinenza. Ma quali sono le sostanze che possono stimolare questi due recettori cannabinoidi? La scoperta è stata fatta da un gruppo di studiosi, guidati dal dottor Zheng-Xiong Xi, in particolar modo sulla stimolazione selettiva del recettore Cb2. Questi risultati potranno, un giorno, essere la base per la creazione di un farmaco selettivo su questo recettore, in modo tale da spegnere la voglia di cocaina.

    291

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CervelloCocainaDipendenzeNews SalutePrimo PianoRicerca Medica
    PIÙ POPOLARI